giovedì 30 luglio 2015

Chi ben comincia... #110: "I diari della mezzanotte. L'ora segreta" di Scott Westerfeld

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 10, 15, 20 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


Oggi voglio condividere con voi una delle mie prime trilogie di quando iniziai a leggere e che trovai per caso sullo scaffale attratta dalla copertina visto che allora ancora non avevo scoperto il mondo dei Blog e di internet in generale. Una delle serie mie preferite che purtroppo non molti conoscono trovo che la storia sia geniale e ben fatta. Penso proprio di riprendere in mano e rileggerla di nuovo ne ho troppa nostalgia rileggere queste righe mi ha fatto tornare in mente tanti ricordi *_* sotto vi metto la copertina dell'edizione che ho io ma in libreria potete trovare l'edizione unica con la copertina morbida che racchiude tutti e tre i volumi a 6,90€ se non erro... ^_-

*** *** ***

Era un rombo profondo, simile a quello del treno che passava a un isolato di distanza dalla loro vecchia casa. Jessica lo sentì, ma con ancora più forza percepì la vibrazione sotto i piedi. Il suono risalì la.sua spina dorsale, e poi esplose in un fragoroso ruggito.
<<E ora che succede?>>, disse voltandosi. 
Il sangue le si gelò nelle vene quando lo vide alla fine della strada.
Era simile  al gatto ma era molto più grande, le spalle erano quasi all'altezza degli occhi di Jessica. Il gatto rizzò il pelo che copriva i suoi muscoli possenti. Pareva quasi che migliaia di serpenti strisciassero sotto il suo mantello, nero come la notte.
Una pantera nera. Le tornò in mente la storia che Jen le aveva racconta in biblioteca, ma non sembrava che quella creatura fosse fuggita da qualche circo. 
Poi udì i serpenti dietro di lei, un coro sibilante, sempre più forte. Si voltò per guardarsi alle spalle. Quelle forme contorte iniziarono a disporsi a ventaglio di fronte a Jessica, come se volessero spingerla verso il gatto. 
Non avevano più paura di lei.

- I diari della mezzanotte. L'ora segreta di Scott Westerfeld - 

mercoledì 29 luglio 2015

Recensione: "La luce dell'amore" di Mary Balogh

Buona lettura ;) e naturalmente fatemi sapere cosa ne pensate! Un abbraccio...

La luce dell'amore #2
di Mary Balogh

Editore: Mondadori
Collana: Emozioni, ottobre 2014
Genere: romance storico
Pagine: 383
Prezzo: 5,90€

Voto: 3,5/5

TramaRimasto cieco a causa di un colpo di cannone sul campo di battaglia, Vincent Hunt, lord Darleigh, si è ormai abituato alla propria condizione. Non così la sua iperprotettiva famiglia, che fa di tutto per trovargli moglie. Per sfuggire alle macchinazioni matrimoniali, Vincent decide di ritirarsi in campagna, dove tuttavia gli è impossibile mantenere l’anonimato. Vittima dell’ennesima trappola, viene però salvato dall’intervento di una sconosciuta dalla voce sensuale, Miss Sophia Fry, che in conseguenza di ciò viene cacciata di casa dal tutore che la ospita. E questa volta è Vincent a venirle in soccorso offrendole un matrimonio di convenienza: un accordo nato dalla disperazione, ma che schiuderà loro sorprendenti prospettive…


2 volume della serie dei superstiti iniziato con "La proposta" (Recensione) e troviamo Vincent Hunt che è rimasto cieco per un colpo di cannone esploso male e in ritardo e della sua famiglia che vuole a tutti i costi trovargli moglie, così decide di 'fuggire' con il suo valletto per qualche settimana nel suo villaggio natale in campagna per riprendere fiato e stare tranquillo, ma appena arriva farà la conoscenza di Miss Sophia Fry che lo porterà a soccorrerla con una proposta di matrimonio basata sulla convenienza per entrambi.

Non vi ho detto granchè anche perchè la copertina è più che esaustiva, ma fondamentalmente non c'è molto altro da aggiungere a parte i particolari.
La storia risulta essere molto scorrevole e leggera. divertente e romantica al punto giusto, senza troppo miele diabetico.
Lord Darleigh mi è piaciuto assai come protagonista che dalla sua cecità cerca di trarne il meglio e cerca di adattarsi e di rendersi autonomo, disprezzando la compassione e l'aiuto inutile altrui, ma che è dotato nello stesso momento delle debolezze 'mentali' come lo sconforto o il panico che una persona sana e umana può cadere in alcuni momenti in cui abbassi magari la guardia. E poi c'è Miss Sophia che per i miei gusti è un po' troppo buonista e ingenua, vista la bontà e le scelte e la compassione che ha verso gli zii e la cugina che, invece, l'hanno trattata come una pezza e una serva gratuita, anzi le serve erano trattate meglio, prima che lei assumesse una posizione di rilievo grazie al matrimonio. Io al posto suo li avrei fatti prendere a calci nel sedere fin fuori la proprietà, magari facendo il giro prima!!! E poi mi ha fatto piacere che la Balogh ci ha fatto rincontrare tutti gli altri superstiti senza trascurargli, anche se comparsi solo per poche pagine.

Tirando le somme è un libro che non vi sconsiglio assolutamente se amate il genere e vi consiglio in genere la serie.. ora è uscito anche il 3 volume "Due cuori in fuga" che però ancora non ho letto ^_^

martedì 28 luglio 2015

Recensione: "Dov'è finita Audrey?" di Sophie Kinsella

Buon giornoooo meglio buon pomeriggio  lettori altro giro di recensioni ;) per questo libro ringrazio la gentilissima Anna della Mondadori! :) Buona lettura!

Dov'è finita Audrey?
Di Sophie Kinsella

Editore: Mondadori
Pagine: 180
Prezzo: 16,00€

Voto: 3.5/5

TramaAudrey ha 14 anni ed è da tempo che non esce più di casa. Qualcosa di brutto è successo a scuola, un episodio di bullismo che l'ha profondamente segnata e ora lei è in terapia per rimettersi da gravi attacchi d'ansia e panico che non le permettono di avere contatti con il mondo esterno. Per questo indossa perennemente dei grandi occhiali scuri, il suo modo di proteggersi e sfuggire al rapporto con gli altri. Il fratello invece è un simpatico ragazzino ossessionato dai videogiochi che, con grande disperazione della madre nevrotica, non si stacca un attimo dal suo computer e dal suo amico Linus che condivide la sua stessa mania. Ma quando Audrey incontra Linus nasce in lei qualcosa di diverso... deve poter trovare un modo per comunicargli le sue emozioni e le sue paure. Sarà questa scintilla romantica ad aiutare non solo lei, ma la sua intera famiglia scombinata. Dov'è finita Audrey? è un romanzo caratterizzato da una grande empatia in cui si ride tanto e ci si commuove e in cui Sophie Kinsella riesce magistralmente a alternare momenti di puro humour a momenti più seri e teneri con grandissima sensibilità.


Non ho letto il Chic-lit I love shopping che ha fatto sfondare questa autrice, ma ho letto abbastanza libri suoi da farmi un'idea del suo stile in questo ambito. Come “La regina della casa”, “Ti ricordi di me?” Tutti libri che mi sono piaciuti e mi hanno fatto ridere di pancia e da "Dov'è finita Audrey?" mi aspettavo, anche se un genere diverso questo è uno YA, comunque quell'ironia che caratterizza la sua penna.
Da una parte le mie aspettative si sono rivelate esatte da una parte no. Le risate certamente ci sono state anche se non tante come ne ho trovati in altri volumi, ma è giusto così, ma non so a fine libro, ma anche durante la lettura, ho avuto come la sensazione che mancasse qualcosa alla narrazione, come se la storia partisse così da un punto impreciso per arrivare alla fine e che nel mezzo ci fossero dei buchi.
Ecco lo so che questo non ha molto senso, ma proprio non riesco a capacitarmi su quale sia concretamente il problema, è più che altro una mia sensazione che mi ha portato a non apprezzare pienamente il libro, dandomi la sensazione che anche stavolta io sia la pecora nera del gruppo!!! >.>

Ma partiamo dal principio, ovvero la trama. 
Audrey porta sempre gli occhiali scuri perché ha il terrore del contatto visivo, ha la fobia dei rapporti umani salvo con i suoi familiari su cui più o meno sta a suo agio, ha paura dei rumori forti, dei luoghi chiusi e popolati. Per questo non esce mai di casa, non va a scuola, non ha amici e quando viene qualcuno in casa si rifugia nel suo salottino interamente buio e off-limits per tutti eccetto lei.
È circondata da familiari strambi, una mamma ossessionata dal Daily Mail e prende per vero, manco fosse un testo sacro, ciò che vi è scritto sopra. Ossessionata che il figlio più grande Frank passi le sue giornate ai videogiochi o meglio al videogioco LOC. Poi c'è il fratellino più piccolo di 4 anni che vede il mondo come un grande parcogiochi personale, e il papà accondiscendente verso la moglie per quieto vivere.
Audrey è diventata così dopo esser stata vittima a scuola di bullismo da parte di 3 compagne di classe e sta cercando in tutti i modi di tornare in contatto con la Audrey che era prima e con il mondo intorno a lei grazie anche a un supporto medico-psicologico.

Un libro che tratta di temi attuali e importanti, con ironia e leggerezza (non in senso negativo tutt'altro) senza cadere nella banalità o nel tragico e lo fa con gli occhi di una quattordicenne che si sente troppo piccola in confronto, che non sa come riuscire a venirne fuori senza perdere se stessa :) Naturalmente ve lo consiglio, "pippe mentali personali" a parte è un libro che vale la pena leggere magari sotto l'ombrellone in questi giorni terribilmente caldi  ;p

lunedì 27 luglio 2015

Recensione: "Grey" di E.L. James

Buon inizio di settimana, recensione di un libro su cui probabilmente saranno pochi che la penseranno come me ^^ ma non fa niente e ringrazio naturalmente la Mondadori per la copia del libro.

Grey
di E.L. James

Editore: Mondadori
Pagine: 583
Prezzo: 19,00€

Voto: 4-/5

Trama: Ama avere il controllo su tutto: il suo mondo è ordinato, metodico e completamente vuoto fino al giorno in cui Anastasia Steele irrompe nel suo ufficio come un turbine con il suo corpo incantevole e i suoi splendidi capelli castani. Lui cerca di dimenticarla, ma invece viene travolto da una tempesta di emozioni che non riesce a capire e a cui non può resistere. A differenza di tutte le donne che Christian ha conosciuto prima di lei, Ana, timida e ingenua, sembra arrivargli dritto al cuore, un cuore freddo e ferito, e vedere oltre la sua immagine di imprenditore di successo e il suo stile di vita esclusivo e lussuoso. Con Ana, Christian riuscirà a scacciare gli incubi della sua infanzia e i fantasmi del passato che lo perseguitano ogni notte? Oppure i suoi oscuri desideri sessuali, la sua ossessione per il controllo e l'odio verso se stesso che riempiono la sua anima allontaneranno Ana e distruggeranno la fragile speranza che lei gli sta offrendo?


Con l'uscita di Grey sul web è ricominciato il putiferio su Mr. Grey.. prima di lasciarvi la mia recensione che dal voto capirete che non sarà negativa voglio apire una parentesi con voi, chiedendovi il vostro parere sul perché??? Cioè se vi hanno fatto schifo (non è riferito direttamente a voi, ma in generale!) Cinquanta sfumatore di grigio perché vi siete letti pure Cinquanta sfumature di rosso di nero vi siete visti pure il film e ora pure questo??? Due sono le cose: o siete masochisti oppure siete altamente ipocriti pergiunta senza furbizia!! Perchè secondo me massacrate questi libri, dopo esserseli letti e averci speso pure i soldi, non perché pensate realmente quello che scrivete, ma lo fate per non farvi dire che a voi è piaciuta questa storia che, lo ammetto, non è un capolavoro della letteratura, ma comunque una storia carina, leggibile e scorrevole c'è molto di peggio in giro a mio parere, poi con i gusti non si discute! E ora tadan compare Grey la gente lo legge e predica che fa schifo come i suoi 3 predecessori, perchè lo avete letto???? io se so che mi ha fatto talmente schifo il primo non mi compro gli altri e non ci vedo il film!!!!!!! Gente ci vuole coerenza!

Passato a questo mini sfogo su cui mi sto collassando dalle risate da un po' perché non oso immaginare se qualcuno delle suddette persone sopra legge immagino che tempesta si scatena nei commenti, ma che dopo aver letto da per tutto le stesse cose volevo proprio togliermi questo sassolino dalla scarpa e chiederlo per togliermi la curiosità, ma bando alle ciance ed ecco qui la mia recensione..

Ebbene si, mi è piaciuto e lo dico senza vergogna! Mi è piaciuto leggere il punto di vista di Mr. Grey dandomi la possibilità di scoprire, di conoscere qualche dettagio in più rispetto alla sola narrazione di Anastasia.
Inoltre si è potuto leggere il forte contrasto emotivo che prova quando è con Ana, il fatto che lui vorrebbe essere quel che è, ma che l'attrazione per lei lo spinge, anche se cerca di combatterla, a provare qualcosa di diverso pur di tenerla con sé. Vediamo o meglio leggiamo tutti quei sentimenti che dal suo aspetto quasi glaciale non traspaiono e che non rivela neanche a voce.

Sapendo cosa succede, rispetto a Cinquanta sfumature di grigio, questo libro me lo sono letta con la giusta calma senza avete la fretta, quell'ansia dal 'voglio sapere cosa succede assolutamente dopo, devo leggere ancora e ancora' ecco nonostante io lo abbia letto comunque in soli 3 giorni, l'ho fatto con più calma senza avere quella curiosità spasmodica di dover tornare al libro, perché sapevo cosa avrei trovato, ma divoravo le pagine appunto perché avevo la curiosità di scoprire la 'mente' di Christian Grey.

La trama è superflua dirvela perciò salto, ma aggiungo che se usciranno i continui dal punto di vista sempre di Grey sarò molto più che lieta di leggerli e ringrazio gentilmente la Mondadori per la copia cartacea!!! :)  

domenica 19 luglio 2015

5 Uscite Made in Italy

Ben ritrovati lettori, in questa domenica afosissima ho deciso di riprendere le segnalazioni riguardanti i libri degli autori italiani, penso che ne metterò 3/5 in ogni post.

Failure to Queen #1
di Irene Colabianchi

EditoreSelfpubblishing
Genere: Fantasy Romance (YA)
Pagine: 304
Prezzo: 2,99€ ebook

TramaCrystal Young ha sedici anni e vive con il padre in una cittadina del Vermont, sulle rive di un lago. Vive una vita ordinaria, tra amici e scuola. Finirà per dover affrontare diverse insidie, quando in città arriva Elliott Davis e i suoi amici. Sono ragazzi scontrosi, misteriosi ed estremamente affascinanti. 
Crystal dovrà andare alla ricerca di spiegazioni per scoprire cosa sta succedendo e perché d'improvviso avvengono fatti inspiegabili: il padre rischia di morire diverse volte e qualcuno sembra proprio avercela con lui e la figlia, gli stessi Davis sono strani e lei si ritrova ad avere a che fare con l'arrogante Elliott. Sono entrambi presi l'uno dall'altra senza neanche rendersene conto, ma, come dice il detto, niente è come sembra e quando Crystal avrà la risposta a tutte queste stranezze, dovrà fare delle scelte e imparare a conoscere il mondo della Scacchiera Nera, dove i componenti del gioco degli scacchi sono creature dall'aspetto umano e l'anima d' ombra, che fanno riferimento all'Uomo Nero. 
La Scacchiera Nera svelerà i suoi segreti... Sarete pronti ad incontrare l’Uomo Nero?

Fatal Flash
Alessandra Di Lorenzo

Editore: Lettere Animate
Genere: Narrativa romantica ( Piccante- non erotica)
Prezzo: 2,49 € ebook
Pagine: 536


Trama: L’avvocato Aaron Dallas è a New York da ormai un anno. La sua carriera avanza in ascesa e assorbe ogni suo istante. In questo modo il suo spirito tormentato sembra appagato e giunto alla condizione di pace tanto agognata e mai ottenuta a New Orleans, dove egli ha trascorso tutta la sua vita. Quando il suo passato sembra ormai lontano, imprigionato nella caotica New Orleans e sotterrato nell’angolo più oscuro dei suoi ricordi, strane coincidenze lo rimettono sulla strada di una sua vecchia conoscenza: la nota fotografa Kim Kerr.
Il passato è tornato per turbare ancora l’esistenza di Aaron, presentandogli rischi ma anche promesse. Non si può fuggire di fronte ad un ricatto. Ad Aaron non resta che accettare la sfida e misurarsi con una passione mai spenta per Kim che lo spinge a fare i conti con le ombre della sua vita.

Il tocco dell'Aldilà
di Ornella Calcagnile

EditoreDunwich Edizioni
Genere: Horror/Urban Fantasy/Young Adult
Pagine: 52
Prezzo: 0,99 ebook (gratis per kindle unlimited)

Trama: Imma e David sono solo amici virtuali, uniti dai social e la passione per i film, almeno fino a quando non decidono di incontrarsi. David ha tutte le qualità possibili e immaginabili che un ventiquattrenne possa desiderare: è bello, intel­ligente e prestante. Tuttavia si impone un isolamento inspiegabile agli occhi di chi lo circonda. Nessuno conosce l'inquietante segreto che fin da bambino, quando il suo cuore ha smesso di battere per qualche istante, affligge il giovane. Imma, spigliata e solare, rappresenta una boccata d’aria fresca nella sua vita grigia e solitaria ma la serenità non durerà a lungo. La ragazza scoprirà nel modo più cruento cosa si cela nei trascorsi del suo sventurato amico, affrontandone i fantasmi del passato e avvicinandosi a un mondo che mai l’aveva sfiorata.

Spettabile demone
di Anonima Strega

Editore: Selfpubblishing
Genere: Urban fantasy/Paranormal romance
Pagine: 208
Prezzo: 1,99 euro

Trama: Accetteresti tre milioni di euro in cambio di un lavoro di due settimane segregata in una villa abitata da demoni?
Nessuno rifiuterebbe tre milioni di euro per quindici giorni di lavoro, ma se il compito prevedesse di essere rinchiusi in una villa sperduta, abitata da cinque demoni, la faccenda si farebbe complicata. A Iris quei soldi fanno gola, tuttavia non crede alla storia di dannazione e caduta raccontatale dai suoi coinquilini o presunti demoni che siano. Se cede alla proposta di scrivere per conto loro una richiesta di redenzione, è solo perché la fuga le è preclusa. Il maggiordomo Damien, l’autista Nadir, il cuoco Zaccaria, il giardiniere Theo e il Guardiano Sebastian sono gli uomini più affascinanti che Iris abbia mai incontrato, ma anche i più irrazionali, dunque è bene non pensare troppo all’algido Sebastian, meglio assecondare le sue follie e sperare nel pagamento. Ma è difficile spiegarsi alcuni strani illusionismi. E ancora di più addormentarsi sotto lo stesso tetto di cinque splendide furie che per espiare passioni e colpe affermano di non sfogare gli istinti sessuali da trecento anni.

Eva e l'assoluto
di Michela Belli

Editore: selfpubblishing
Pagine: 157
Prezzo: 1,49€

TramaEva, dolce e scorbutica, fragile e determinata, piena di casini e contraddizioni fino all'inverosimile. La sua sconclusionata vita ruota intorno ad una serie di certezze assolute: un grande amore impossibile, la sfida di una amicizia viscerale con un uomo, che prova come sia possibile essere amici nonostante il sesso, una sorella sempre più perfetta di lei, un padre totalmente insoddisfatto di sua figlia, un lavoro che sembra scelto per accrescere la sua depressione, una passione sfrenata ma non corrisposta per la letteratura, la grande ambizione o piuttosto il desiderio legittimo di realizzare se stessa e i suoi sogni.
Insomma il mondo regolarmente incasinato di una ragazza di oggi. Tranne scoprire che niente è come sembra: la vita non è fatta di bianchi o neri, né di situazioni o sentimenti immutabili. Al contrario, tutto è un continuo divenire e lei dovrà confrontarsi con delusioni e sorprese, con prove di forza e prese di coscienza delle proprie debolezze mentre procede nella ricerca della sua strada. L'unica, assoluta certezza è che non ci sono certezze! Non può sapere cosa le riserva il futuro, può solo andargli incontro con la consapevolezza di aver seguito il suo cuore.

giovedì 16 luglio 2015

Chi ben comincia... #109:"Ti ho incontrato in Inghilterra" di Marjorie Leet Ford

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 10, 15, 20 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


Buongiorno fanciulli... io qui mi sto sciogliendo in una maniera aggressiva ahahahhaha XD Incipit del libro che ho iniziato a sfogliare per caso sul kobo e che mi ha incuriosita parecchio, vedremo come prosegue la lettura... ;p qualcuno di voi lo ha letto??

*** *** ***

Il cielo qui ha due tonalità di colore: grigio di giorno e nero di notte. Visto che la casa si trova a otto chilometri di distanza dal villaggio più vicino e a poco più di tre dall'unica fattoria dei dintorni, e visto che la luce delle stelle non filtra attraverso le nuvole, quando spengo la lampada il buio diventa denso come inchiostro di china. All'alba, poi, scatta un reostato e il cielo passa di nuovo al grigio. La nebbia s'insinua fin dentro gli armadi (qui li chiamano credenze), per cui le calze e la biancheria sono umide. Anche le lenzuola hanno qualcosa di umidiccio, quandod riesco a trovare il coraggio di infilarmi nel letto ghiacciato. La signora Haig-Ereildoun mi ha permesso di usare lo scaldaletto elettrico acqustato per alleviare i reumatismi del nonno, che si acutizzano appena viene a stare qui. È venuto una volta sola in vita sua, d'estate, e non si è trovato bene. Lei sostiene che alla base dei problemi di salute del padre c'è il sistema di riscaldamento centrale che i nonni hanno installato in casa. Secondo lei, la mia debolezza veniva dal fatto che in Ameica ho vissuto un'esistenza viziata dai comfort. <<Devi proprio avere acqua nelle vene!>> ha esclamato oggi in tono comeprensivo, vedendomi apparecchiare la tavaola per pranzo tenendo la mano sinistra sprofondata nella tasca della giacca. A ogni sillaba le usciva di bocca una nuvoletta bianca. In questa casa tutte le parole ci escono di bocca sotto forma di nubi di ghiaccioli. Il burro, che si compra a panetti da mezzo chilo, si conserva nella dispensa insieme con le tazze di tè, e ogni volta bisogna staccarne delle schegge con il coltello: sono così dure che si spezzano. Una tazza di tè fumante diventa gelida già al secondo o al terzo sorso, e fare il bagno è un'autentica tortura.

- Ti ho incontrato in Inghilterra di Marjorie Leet Ford -

lunedì 13 luglio 2015

Recensione: "A fior di pelle" di Sophie Jackson

Buona sera lettori... sinceramente non so cosa uscirà in questa recensione viste le aspettative alle stelle dopo il prologo, demolite tutte. Avrei voglia di scrivere a ruota libera (e non in modo positivo..) ma mi darò una calmata ahahhahahahah... forse XD

A fior di pelle #1
di Sophie Jackson

Editore: Fabbri
Pagine: 452
Prezzo: 15,90€

Voto: 1/5

Trama: Dopo aver assistito all’omicidio di suo padre quando era solo una bambina, Kat da anni sogna il misterioso ragazzo che l’ha salvata dal fare la stessa fine. Ora, a 24 anni, Kat insegna letteratura inglese in carcere, per onorare la memoria del padre, un sognatore prestato alla politica.
In carcere, i demoni di Kat sembrano risvegliarsi, soprattutto quando incontra Wes, un detenuto problematico, pericoloso almeno quanto affascinante e carismatico. Tra loro cominciano presto a esserci scintille, soprattutto quando Wes riconosce in Kat la bambina che ha salvato tanti anni prima...



Questo libro mi ha incuriosita prima ancora che uscisse, ha fatto impazzire le blogger italiane e non e tutt'ora le ha conquistate con il "bad boys", che di bad non ha proprio nulla, Carter e la sua prof Kat o Peaches come la chiama lui, ma se l'incipit mi aveva conquistata il resto del mio ha superato la noia, il fastidio e la stupidità.

I protagonisti: per Carter odio totale, cioè lui a pelle mi ha dato fastidio. Tutti dicevano e il carcerato cattivo, duro, bla bla ma secondo me come ho scritto in un commento di una che la pensava come me la scrittrice per prima cosa non ha idea di come sia un Vero carcere americano e poi è in galera per un crimine che neanche ha commesso codesto fanciullo. Altra cosa poi passo oltre, ma secondo voi bastano un paio di tatuaggi, una moto, due cazzotti e un paio di occhiatacce per fare di un protagonista un cattivo ragazzo... secondo me no, poi dipende dai punti di vista a questo punto. :) 
Vogliamo continuare con il fatto che lui si dichiara innamorato dalla sera che la ha salvata 16 anni prima anno più anno meno.. cioè non ci hai mai parlato, non l'hai mai più vista, non ci hai condiviso nulla perciò oggettivamente non la conosci visto che comunque lei aveva 11 anni e lui la ama??? ma per piacereeeeeeeeee.

Ok momento sfogo è finito, passiamo a lei. Insulsa, noiosa, banale. il mio cane è più interessante di lei credetemi. Non ho altro da aggiungere.

La storia... bah diciamo solo che ho accantonato il libro parecchie volte per altre storie più meritevoli. Mi ha annoiata, le scene mancavano di quella marcia in più, è lenta e pensavo sinceramente dopo tutto quel che si diceva in giro che comunque fosse ambientata nel carcere, invece questo luogo è comparso per qualche capitolo, giusto per sfondo e poi addio. I "pensieri" dei due protagonisti, li ho trovati ripetitivi e falsi, tant'è che per arrivare a fine libro ho saltato qui e li qualche spezzone di frase, prima di avere un collasso celebrale e lanciare il kobo in un impeto di pazzia fuori dal balcone.

L'idea di base era ottima, il prologo una bomba in mano pronta a scoppiare e far scintille, l'ambientazione era geniale se usata a dovere e i protagonisti promettevano grandi cose.... e poi invece bum nulla di tutto questo, in mano solo una grande fregatura che fortunatamente non mi è costata un soldo altrimenti pure la beffa oltre che il danno.

Comunque su Instagram e sui blog a parte un 3/4 persone il resto lo ha adorato alla follia, perciò sinceramente non so che dirvi!

venerdì 10 luglio 2015

Recensione: "La figlia del nord" di Edith Pattou

Buon venerdì sera lettori!!!! Ho appena finito di leggere il meraviglioso libro L'isola dell'amore proibito di Tracey Garvis Graves iniziato solo ieri sera... bellissimo!!!! Ma di questo libro ve ne parlerò in un'altra recensione, stasera ve ne lascio una di un libro altrettanto meraviglioso e fiabesco :)

La figlia del nord
di Edith Pattou

Editore: Rizzoli
Pagine: 492
Prezzo: 16,90€

Voto: 5/5

TramaEbba Rose, sostiene sua madre Eugenia, è nata rivolta a Est. Ma invece di essere mansueta e diligente come i bambini nati verso oriente, si rivela fin da subito irrequieta e curiosa: una vera figlia del Nord.All’età di cinque anni, un orso bianco le salva la vita, ripescandola da un lago. É lo stesso strano orso parlante che, dieci anni dopo, si presenta alla porta della fattoria in cui Rose vive insieme ai genitori con una proposta: se lei accetterà di seguirlo, la sua famiglia ritroverà la prosperità perduta e la sorellina Sara guarirà dalla terribile malattia che la affligge.Così Rose parte per un lungo viaggio che la porta lontano, oltre il mare, fino a un castello scavato in una montagna. Là trascorre lente giornate in compagnia dell’orso bianco, e si abitua alla sua presenza gentile e alla sua voce. Ma qualcuno ogni notte si sdraia nel letto accanto a lei e si dilegua prima dell’alba. Vinta dalla curiosità, Rose accende una luce,un gesto che avrà conseguenze inaudite.L’avventura è solo all’inizio, tra incantesimi, viaggi e sotterfugi.


Questa storia è stata la mia prima lettura del 2015 ed è stata una magnifica favola per grandi e bambini ispirata a una favola norvegese "A oriente del sole sole e a occidente della luna" unito e qualche richiamo di "La bella e la bestia" .

Rose è una ragazzina curiosa, forte e determinata e coraggiosa nonché ultima figlia di una povera famiglia di cartografi del nord con una madre superstiziosa fino al midollo tanto da voleve tanti figli quanti i punti cardinali e partoriti nelle medesime direzioni e Rose è rofferta al simbolo della rosa dei venti delle cartine.
Purtroppo si trovano in un periodo di ristrettezze economiche e come se non bastasse una delle figlie si ammala gravemente e i genitori non possono far altro che vendere la loro unica fonte di sostentamento ovvero la fattoria.  La loro salvezza arriva sotto forma di orso parlante che in cambio del suo aiuto e quindi della soluzioni ai loro problemi vuole che Rose vada a vivere con lui in terre lontane e nonostante la sua giovane età e Rose amante dell'avvenuta e delle sfide di certo non si dma sfuggire questa occasione anche per amor della famiglia.
Passerà un anno al castello dell'orso ricamando al telaio, suonando fino a quando la sua curiosità circa l'identità dell'orso la porteranno a scoprirlo e quindi a spezzare l'incantesimo che lo porterà via ai confini delle terre ignote e come indicazione le impossibili coordinate a oriente del sole e a occidente della luna. Un viaggio lungo e pieno di avventure e pericoli e nuove conoscenze. 

Una storia bellissima e dolcissima che parla di coraggio, di amicizia, della famiglia; una favola dai contorni delicati che viaggia al confine tra il reale e l'irreale. 
Una favola che mi ha fatto tornare a me bambina, che mi ha tenuta stretta alla sue pagine con stupore e curiosità.

giovedì 9 luglio 2015

Chi ben comincia... #108: "La mia eccezione sei tu" di Patrisha Mar

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 10, 15, 20 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


Oggi mi sento un po' così fastidiosa e infelice, sarà il tempo afoso sarà che la natura personale rompe le scatole come tutti i mesi senza aggiungere il fatto che sto leggendo il primo volume Demon's night di Gena Showalter e non mi sta piacendo, sto leggendo Il ladro di nebbia di Lavinia Petti e mi sta annoiando... ho letto Grey di E.L. James, e so che molto storceranno il naso, ma a me è piaciuto ed è stato un toccasana per il mio umore questa bella lettura ora vado alla ricerca di qualche libro che mi prenda in attesa di continuare a leggere a ritmo di una lumaca questi due iniziati :) perciò si accettano consigli!! Cosa leggo, cosa mi consigliate???? Intanto vi lascio con l'incipit di questo libro che sinceramente non c'è un motivo preciso per cui ho scelto questo invece di un altro ahahahaha oggi sono svogliata anche nel fare questo U.U

*** *** ***

Ma quante mani aveva? Il famoso polipo gigante di un vecchio film di serie z aveva di sicuri meno tentacoli. Sara cercò di divincolarsi dall'abbraccio lascivo. Poteva assestare un colpo mortale alla sua virilità,  o abbassare il capo e passare sotto il suo braccio con una mossa di sano contorsionismo. A che punto avrebbe potuto definire un simile approccio un'aggressione in piena regola? 
E le labbra che cercavano di baciarla?  Due canotto galleggianti. Bleah, pussa via. Doveva intuire che il tizio non era il suo tipo quando aveva posato per la prima volta i suoi occhi sul neo, che fiero ero piazzato proprio vicino al naso aquilino. Una combinazione raccapricciante che doveva suonare nella sua testa come un immenso campanello d'allarme, come la Liberty Bell americana. Un segnale per capire che quell'appuntamento al buio di preannunciava come un ennesimo fallimento. Avrebbe di sicuro protestato con la sua amica Lia, e avrebbe provveduto ad assestarle un bel calcio nel sedere. Sara si appoggiò sul petto di Marco, o come accidenti si chiamava, e lo spinse via. Gli puntò addosso due occhi di brace; se si fosse concentrata bene forse sarebbe riuscita a incenerirlo. 
<<Giù le zampe! >>. Prese fiato e rese sottili le labbra.

- La mia eccezione sei tu di Patrisha Mar -

*** 

Non so a voi ma a me questo incipit non fa impazzire per niente ccoscosì come lo stile dell'autrice... non mi precludo che lo leggerò una volta di questi anche perché tutti ne parlano per il momento però passo ma aspetto vostri pareri e/o consigli :)

martedì 7 luglio 2015

Recensioni: "Origin" e "Opposition" di Jennifer L. Armentrout

Buona sera ragazzi qui da me fa un caldo abominevole solo dentro casa mia ci sono 30 gradi e al mare non ci si può andare perché l'acqua è di colore giallo marrone leggermente disgustoso ahahhahahahaha
Comunque recensioni degli ultimi due libri della serie Lux ;_; mi mancherà tanto Daemon T.T 

- Volevo aggiungere che nelle recensioni se avete letto i volumi precedenti non ci sono spoiler ma in caso contrario vi suggerisco di non leggerle perché vi spoilerate i libri ;)

Origin 
di Jennifer L. Armentrout

Editore: Giunti
Pagine: 400
Prezzo: 12,00€

Voto: 4-/5

Trama: Il quarto episodio della serie "Lux". Sono passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte del quartier generale di Dedalo si sono chiuse, separando Daemon da Katy, rimasta nelle mani del nemico. E la rabbia che il giovane alieno sente bruciare dentro cresce a ogni istante, facendo tremare le pareti della cella in cui i suoi stessi compagni lo hanno rinchiuso per impedirgli di andare a salvare Katy: una follia che metterebbe a rischio la sua vita e la sicurezza dell'intera comunità dei Luxen. Ma Daemon sa che niente e nessuno potrà mai tenerlo lontano dalla ragazza che ama: anche se questo significasse radere al suolo tutto il suo mondo. Katy, intanto, può solo cercare di sopravvivere. Tenuta prigioniera e sottoposta a misteriosi test, entra in contatto con gli uomini di Dedalo, scoprendo scenari finora insospettabili che mettono in crisi tutte le sue certezze. È davvero possibile conoscere fino in fondo quelli che ami? Chi sono i cattivi? Dedalo? Gli umani? O magari gli stessi Luxen?


Abbiamo lasciato Katie nella base di Dedalo sola in mezzo ai guai e a un Damon sconvolto nell'aver la dovuta lasciar lì. 
Qui viene sottoposta a dei test per testare le sue capacità e l'arrivo di Daemon a Dedalo farà si che in prima persona loro due realizzano cosa hanno subito Bethany e Dawson prima di uscirne oltre che a scoprire dure novità da digerire sopratutte se dette da quello che considerano loro nemico. 

Devo dire che anche questo volume non mi ha deluso affatto; movimentato, romantico, adrenalinico, divertente, pieno di colpi di scena anche se la Kat dentro a Dedalo ogni tanto mi ha annoiata facendo scendere un pochino il mio voto... parliamo della novità che si può intuire su Bethany!? Cioè wooooooow!

Non aggiungo altro se non come sempre di leggere questa serie *_* 

Opposition
di Jennifer L. Armentrout

Editore: Giunti
Pagine: 368
Prezzo: 12,00€

Voto: 5/5

Trama: Daemon Black è scomparso nel nulla: da giorni Katy continua a scrutare il luogo in cui l’ha visto per l’ultima volta, sperando di veder apparire tra gli alberi il ragazzo di cui è perdutamente innamorata. Ma tutto rimane immobile nel bosco che circonda la baita in cui Katy si è rifugiata con Luc, Archer e Beth. Un silenzio irreale che non fa che aumentare i suoi timori. Da quella notte in cui migliaia di Luxen sono scesi sulla Terra, solcando il cielo come stelle cadenti, Daemon è sparito insieme a Dawson e Dee, per andare incontro alle schiere dei suoi simili. Mentre i nuovi arrivati si rivelano sempre più minacciosi, Katy non può fare a meno di chiedersi se Daemon tornerà davvero, e soprattutto se al ritorno sarà ancora lo stesso… E quando finalmente rivedrà i suoi magnetici occhi verdi, stenterà a credere a quello che sta accadendo: dopo tutto l’amore che li ha uniti, Daemon può davvero rinnegare il passato? Mentre il confine tra il bene e il male si assottiglia pericolosamente, Daemon e Katy sono di fronte alla prova più grande che abbiano mai immaginato. Un finale epico, sconvolgente e incredibilmente romantico per la saga più amata dai giovani lettori di tutto il mondo.


Possibile che le recensioni negative io le scriva in 5 minuti e quelle positive non so mai dove metterci mano?!
Ultimo libro sigh sigh ;_; della seroe Lux ed è difficile salutare Katy e Daemon dopo aver aspettato con trepidazione ogni singolo libro come fosse un evento nazionale.

L'invasione dei Luxen ha avuto inizio e Dee, Daemon e Dawson sono spariti verso i nuovi arrivati e di loro non se ne sa più nulla e Kat è in ansia e un compagnia di simpatiche persone ovvero Archer, Luc e Bethany su cui c'è uno sviluppo che si è intravisto nel volume precedente e quando Kat va al supermercato a prenderle le medicine i Luxen attaccano facendo una strage di persone come anche in altre parti del paese e a quell'attacco partecipano anche i due fratelli che dopo averla colpita la portano nel quartier generale degli alieni appena arrivati dove le scoperte e gli incontri non saranno proprio carine. 
La domanda che si pone all'inizio è: da che pare saranno i nostri protagonisti visto il "lavaggio del cervello" dovuto alla presenza di così tanti alieni che crea una sorta di connessione. 

Questo libro è assurdo, ASSURDO, cioè ho letto le 368 pagine con gli occhi sgranati, l'ansia  e non potevo far nulla a parte leggere e leggere e leggere e a domandarmi cosa succederà ora? E ora? Oh ancora e mo? C'è la faranno a superare anche questa? E quale sarà il prezzo da pagare?!  
Alla Armentrout tutto si può dire tranne che non sa scrivere una Storia! Questa serie è ipnotica, carismatica, adrenalinica, appassionante con protagonisti eccezionali che ti fanno innamorare di loro. 

Quello che leggerete in Opposition vi lascerà senza parole perché questa donna ha dato il meglio di sé per il finale di serie perché quello che farà accadere ai personaggi è una girandola di sfiga da rimanerci secchi che oltre a questo chiederete il libro spossati e tristi perché è finita la serie e anche Daemon. 
Credetemi questo libro è il migliore di tutta la serie. 

venerdì 3 luglio 2015

Recensione: "Eterna è la notte" di Jeaniene Frost

Recensione che mi ero dimenticata di aver scritto fortuna che la pagina si sia staccata dal quaderno delle recensioni/appunti per il blog (si poveri lo tratto male U.U) e sia scivolata fuori per farmela vedere ahahahhahahah che aiutante che ho!!!!

Eterna è la notte
di Jeaniene Frost

Editore: Fanucci
Pagine: 112
Prezzo: 4,90€

Voto: 3,5/5

Trama: Isabella ha ricevuto un proposta di matrimonio a cui proprio non può dire di no. La proposta è molto più vicina a un ricatto che a una dichiarazione d’amore e Isa teme che la sua fiaba stia per concludersi con un “e vissero infelici e scontenti”, ma in gioco c’è la vita del fratello. Per fortuna Bones, il vampiro che molti anni prima si era preso cura della loro nonna, chiede aiuto al giovane e affascinante Chance affinché indaghi negli ambienti della malavita locale e impedisca questo matrimonio tra la Bella e la Bestia. C’è solo il pericolo che non riesca a stare lontano dalla futura sposa... Un romanzo legato all’amatissima serie Night Huntress, in cui si mescolano come sempre avventura, sensualità e ironia.


Eterna è la notte fa parte della serie spin-off Night huntress ovvero quella con Cat e Bones di cui vi ho già parlato QUI ed è incentrato sul personaggi di Chance. 

Anni addietro Bones si è preso cura di Greta che ora gli chiede aiuto per salvare i suoi 2 nipoti, solo che Bones è impegnato a rintracciare Cat e manda dunque il suo amici Chance di cui si fida ciecamente. 
Isabella è costretta a doversi sposare con il boss mafioso Robert, un uomo crudele e viscido, contro la sua volontà se vuole rivedere vivo suo fratello di cui da due settimane si sono perse le tracce.

Nonostante la storia sia corta, si legge in poche ore, non manca il 'tocco' della Frost: ironico, sensuale, movimentato e coinvolgente. Isabella e Chance certamente non sono al livello dei suoi compari (Cat e Bones) ma si sono rivelati anche loro scoppiettanti anche se manca quel coinvolgimento emotivo più profondo che c'è stato con la serie principale, ma ve lo consiglio assolutamente di leggerlo :) 

giovedì 2 luglio 2015

Chi ben comincia... #107: "Il ladro di nebbia" di Lavinia Petti

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 10, 15, 20 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


Un libro che mi ha affascinata dalla sua copertina.. ho letto un paio di parere in giro ed erano molto positivi e prima di ieri addirittura neanche sapevo la trama sinceramente, penso che lo inizierò proprio così al buio, un salto nel vuoto e chissà magari ci trovo dentro una piccola perla :) Lo avete letto voi?

***

Preludio

L'erba della Collina sospira. Dicono che se la sciolti attentamente, nelle gelide notti della merla, si possono udire le storie che narra. Sono le storie delle genti straordinarie che per poco vissero e per sempre morirono, e che nell'oblio di questo cimitero un giorno svanirono.
Io sono una di quelle storie smarrite. Perché una volta fu decisa per me una sorte peggiore del morire... e fu allora che io smisi di esistere.

Capitolo 1
Antonio M. Forte

La pioggia punzecchiava i vetri appannati del bar. Oltre le finestre le figure si muovevano frettolose, i contorni sfocati come negativi di fotografie, e si precipitavano dentro negozi e locali già affollati, in attesa che il cielo si consolasse e ritrovasse il sorriso.
Un acquazzone improvviso nel ben mezzo di una giornata tersa e un evento piuttosto improbabile, ma a marzo, il mese più pazzo dell'anno, ogni cosa apparve meravigliosamente possibile.
In un angolo del bar, in mezzo a un dedalo di tavoli e sedie, di adolescenti isteriche, di cameriere annoiate e di uomini d'affari frustati, spuntava una massa informe di capelli neri e ricci con strie d'argento che si allungavano qua e là con eccessiva prepotenza. Sotto la chioma ingarbugliata si affacciava la punta di un naso importante, sormontato da un paio di storti occhialetti.
L'uomo era immerso nel foglio che aveva davanti e non si accorse della presenza che gli trotterellava nervosamente intorno.

-Il ladro di nebbia di Lavinia Petti -