Pagine

venerdì 7 agosto 2015

Recensione: "L'isola dell'amore proibito" di Tracey Garvis Graves

Altra recensione di un libro magnifico che mi è entrato nel cuore letto a luglio *_*

L'isola dell'amore proibito
di Tracey Garvis Graves

Editore: Garzanti
Pagine: 317
Prezzo: 14,90€ (edizione non economica)

Voto: 5/5

Trama:L'acqua cristallina lambisce dolcemente i suoi piedi nudi. Anna apre gli occhi all'improvviso e davanti le si apre la distesa sconfinata di un mare dalle mille sfumature, dal turchese allo smeraldo più intenso. Intorno, una spiaggia di un bianco accecante, ombreggiata da palme frondose. Le dita della ragazza stringono ancora spasmodicamente la mano di T.J., disteso accanto a lei, esausto dopo averla trascinata fino alla riva. Anna non ricorda niente di quello che è successo, solo il viaggio in aereo, la superficie blu che si avvicina troppo velocemente e gli occhi impauriti di T.J., il ragazzo di sedici anni a cui dovrebbe dare ripetizioni per tutta l'estate. Un lavoro inaspettato, ma chi rifiuterebbe una vacanza retribuita alle Maldive? E poi Anna, insegnante trentenne, è partita per un disperato bisogno di fuga da una relazione che non sembra andare da nessuna parte. Ma adesso la loro vita passata non è più importante. Anna e T.J. sono naufraghi e l'isola è deserta. La priorità è quella di sopravvivere fino ai soccorsi. I giorni diventano settimane, poi mesi e infine anni. L'isola sembra un paradiso, eppure è anche piena di pericoli. I due devono imparare a lottare insieme per la vita. Ma per Anna la sfida più grande è quella di vivere accanto a un ragazzo che sta diventando un uomo. Perché quella che all'inizio era solo un'innocente amicizia, attimo dopo attimo si trasforma in un'attrazione che li lega sempre più indissolubilmente.


Anna ha 30 anni e fa la maestra e ha bisogno di una pausa nella sua vita per capire cosa fare del suo rapporto con il fidanzato che non vuole sposarla e quando le capita la possibilità di partire in vacanza retribuita alle Maldive con la famiglia di T.J., un ragazzino di diciassette anni che ha perso un anno di scuola a causa di un tumore da cui sembra guarito accetta. Ma parte in ritardo con il ragazzo e a causa di un infarto quasi fulminante al pilota del velivolo che doveva portarli sull'isola stabilita precipita in mezzo all'oceano sperduti e fuori dalle rotte abituali di viaggio delle isole abitate, e si ritroveranno loro due soli a cercare di sopravvivere nella speranza che i soccorsi arrivino prima o poi. Ma i giorni diventano settimane, mesi e anni e loro due sono ancora li sull'isola e iol loro rapporto nel frattempo è evoluto e diventato qualcosa di più profondo fino a quando una sfortuna diventa fortuna.

Un libro bellissimo sotto ogni punto di vista sia dello stile che dei personaggi che della storia in sé stessa, che si legge da sola e velocemente, che ti prende e ti commuove, 317 pagine lette in meno di un giorno e mezzo tanto era la curiosità di scoprire di leggere di Anna e T.J.
Quando un libro mi piace non so mai cosa dire, mi mancano proprio le parole per descrivervi di questo rapporto speciale che si instaura tra i due fatto di fiducia e aiuto reciproco che li salverà più di una volta, di questo scambio di dare e avere tra i due senza abbandonarsi mai allo sconforto in nessun momento, ognuno fa qualcosa per dare all'altro serenità. Una complicità quasi palpabile, che ti emoziona, che ti fa palpitare il cuore insieme a quello dei protagonisti *_* Che dirvi se non di leggerlo assolutamente visto che potete anche trovare l'edizione economica così da non avere scuse XD ahahhaha ottimo da leggere in spiaggia vista anche l'ambientazione simile ;)

4 commenti:

  1. Ho seguito il tuo consiglio è l'ho preso :) spero piaccia anche a me .
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Speriamo bene ahahhahahahah io l'ho adorato :) sono curiosa di leggere la tua futura recensione :** un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Miiii se non mi piace posso sempre prendermela con te ;)
    Scherzo !!!
    ♡ Baci
    Gabri

    RispondiElimina

Grazie mille per il vostro commento.. e buona permanenza nel mio salotto