Pagine

mercoledì 12 febbraio 2014

Recensione: "The hunt" di Andrew Fukuda

Buona sera lettoriiiii ^_^ recensione di un libro che ho desiderato, bramato da prima della sua uscita e appena è stato mio l'ho letto tutto d'un fiato e anche se è una lettura del 2013 ecco qui la recensione che non potevo assolutamente non fare! E appena finisco i libri programmati mi butto sul suo seguito che è già tra le mie manine *_* Fatemi sapere se lo avete letto, che ne pensate!!! ^_^

The hunt #1
di Andrew Fukuda

Editore: Il castoro
Genere: Distopico
Pagine: 336
Prezzo: 14,90€

Voto: 5/5


Trama: Non sudare. Non ridere. Non attirare l’attenzione. E soprattutto, qualunque cosa succeda, non innamorarti di una di Loro. Gene è diverso da tutti quelli che lo circondano. Non è in grado di correre come un fulmine, la luce del sole non lo ferisce, non ha un insaziabile desiderio di sangue. Gene è umano, e conosce le regole. La verità deve rimanere segreta. E’ l’unico modo per rimanere vivi in un mondo notturno – un mondo in cui gli umani sono considerati una prelibatezza e vengono cacciati senza tregua. Quando Gene è fra i prescelti che parteciperanno alla grande Caccia degli ultimi umani sopravvissuti, la sua vita di regole comincia a sgretolarsi. Ora che Gene ha finalmente trovato qualcosa per cui combattere, il suo desiderio di sopravvivere è più forte che mai. Quale tributo sarà costretto a pagare?

Recensione

La trama per me è stato come il canto di una sirena.. ammaliante e seducente e la copertina ha fatto il resto... facendomi desiderare, stolkerare Il Libraccio in cerca dell'occasione (purtroppo quando si è lettori come noi dobbiamo cercare di far rendere il nostro gruzzolo per più libri possibili.. per lo meno io ;p) e quando finalmente l'ho avuto tra le mie manine non ho saputo aspettare.. e ne è valsa la pena *_* l'ho divorato in meno di un giorno e resistere al richiamo di The prey sta diventando sempre più difficile, ma vorrei aspettare almeno che l'uscita del terzo si avvicini un po', ma sto divagando.

In un futuro non precisato, gli umani sono scarsi, quasi del tutto estinti a parte qualche eccezione e i vampiri hanno preso pieno possesso della terra; ma loro non sono i vampiri che abbiamo letto in centinaia di salse, loro sono diversi: crudeli, spietati, bevitori di sangue, dormono a testa in giù durante il giorno, non ridono, non hanno sentimenti, non si abbracciano, non sudano, se sono eccitati per qualcosa si grattano il polso.. insomma sono un mondo nuovo da scoprire sopratutto per tutti quei lettori che hanno letto i vampiri in tutte le forme possibili immaginabili! 

Gene è un Eminide, è questo il nome con cui vengono chiamati gli umani, lui è un "attore" si può dire che recita la parte del vampiro giorno dopo giorno per salvarsi la vita. Abita da solo, ma il padre lo ha istruito a dovere sulle creme che deve spalarsi per coprire il suo odore, come radersi, trucchetti per non ridere, per non sudare, piccoli accorgimenti che potrebbero rivelarsi fatali in un momento di distrazione. 
La sua vita va avanti così finchè il Governo non decide di fare un bel regalo ai vampiri; una Caccia, in cui verranno estratti a sorte dei partecipanti che verranno preparati per poi essere sguinzagliati dietro a un gruppo di umani che sono stati "allevati" a questo scopo e che fuggono. E quando Gene verrà scelto per far parte dei cacciatori sa che è spacciato.

The hunt è un libro che ti tiene con il fiato sospeso, adrenalinico, crudo in cui non c'è spazio per i sentimenti e se è ciò che cercate questo libro non fa per voi! 
E' un susseguirsi di colpi di scena, e quando sembra che la narrazione si stia appiattendo ecco che Fukuda ti ricaccia un colpo che ti fa sgranare gli occhi e ti rimette in moto la curiosità e tu stai li che divori pagine su pagine come i vampiri divorano la carne cruda ehm ok questo paragone fa abbastanza schifo.. é_é 
Il protagonista è furbo, attento, intelligente, ben caratterizzato, tutti i personaggi hanno un ruolo ben preciso anche se si sa poco di loro, ma è una trilogia perciò qualcosa nei due volumi a seguire deve pur esserci ;p 
Il finale ti fa venire quella venetta pulsante dei cartoni perchè ti lascia li in un momento impensabile e continui a ripetere dentro di te: "Nooooooooooooooooooo è finito nooooooo e ora??? Non è possibile è uno scherzo crudele!" E con l'occhietto furbo e affamato di sapere guardi lo scaffale dove c'è il continuo è esclami: "The prey sto arrivando sarai mio!" e fu così che Debora mandò all'aria tutti i suoi buoni propositi citati sopra e lo iniziò la sera stessa accantonando crudelmente "La corsa delle onde" della Stiefvater e buona notte!

4 commenti:

  1. Aaaa sono contenta che i sia piaciuto!! *O*
    anche io l'ho adorato e ho comprato The Prey! ** mi aspetta sullo scaffale!

    RispondiElimina
  2. Io ho comprato questo libro per puro caso, qualche mese fa, non lo conoscevo e non ne avevo mai sentito parlare.. sono contenta di sapere che sta piacendo quasi a tutti, non vedo l'ora di leggerlo :D

    RispondiElimina
  3. Anche a me era piaciuto... Ma vuoi sapere una cosa? Il seguito mi è piaciuto anche di più! Come vorrei avere già il terzo tra le mani...

    RispondiElimina
  4. @Dreaming Fantasy: Oh Leda la mia curiosità per The prey è altissima *_* penso di leggerlo a marzo non so se posso resistere oltre ;)

    @Rowan: Ahaha Rowan incrocio e dita affinché ti piaccia, è un libro particolare e leggermente crudo in cui non c'è una storia d'amore o sentimentalismi vari... ^^ sono curiosa di sapere se ti piace :)

    @Lorenza: Loooooo non mi dire così che sta diventando una sofferenza aspettare di leggerlo fino a marzo ahahhahahahah *_*

    RispondiElimina

Grazie mille per il vostro commento.. e buona permanenza nel mio salotto