mercoledì 29 maggio 2013

Recensione: Il ballo

Mentre aspetto che lo smalto si asciughi, ne approfitto per scrivervi la recensione di uno dei libricini a 0,99€ della Newton Compton ^^

Titolo: Il ballo
Autore: Irène Némirovsky
Editore: Newton Compton
Pagine: 124
Prezzo: 0,99€

Trama: "Il ballo" ha la perfezione esemplare di un piccolo classico, poiché riesce a mescolare, pur nella sua brevità, i temi più ardui: la rivalità madre-figlia, l’ipocrisia sociale, le goffe vertigini della ricchezza improvvisata, le vendette smisurate dell’adolescenza – che passano, in questo caso eccezionale, dall’immaginazione alla realtà. Perché è proprio una vendetta, quella della quattordicenne Antoinette nei confronti della madre: non premeditata, e per questo ancora più terribile. In poche pagine folgoranti, con la sua scrittura scarna ed essenziale, Irène Némirovsky condensa, senza nulla celare della sua bruciante crudeltà, un dramma di amore respinto, di risentimento e di ambizione. Nel 1929, quando Némirovsky pubblica "David Golder", il suo primo romanzo (a cui l’anno dopo seguirà "Il ballo"), la critica manifesta tutta la sua sbalordita ammirazione di fronte a questa giovane donna elegante e mondana, appartenente a una ricca famiglia di émigré russi di origine ebrea, che si rivela una brillante scrittrice. Per tutti gli anni Trenta Irène Némirovsky continuerà a pubblicare con immutato successo. Nel dopoguerra, tuttavia, sulla sua opera cala il silenzio. Solo a partire dall’autunno del 2004 la critica, ma soprattutto i lettori, hanno cominciato a restituire a Irène Némirovsky il posto che le spetta fra i più grandi, e i più amati, narratori del Novecento.

Recensione

Un racconto breve dove troviamo la famiglia Kampf che grazie alla fortuna improvvisa data da una speculazione in borsa fortunata del marito riescono a entrare nel bel mondo dell'alta società parigina che tanto ammiravano e agoniavano, cercando in tutti i modi di insabbiare il loro passato e i loro modi di porsi. Perciò per il loro trionfale passaggio vogliono dare un grande e maestoso ballo con più di 200 invitati, dove tutto perfino uno spillo deve essere perfetto.
Nella storia c'è pure Antoinette la loro figlia quasi quindicenne che non fa altro che incassare rimproveri e insulti dalla madre ora per la postura, ora per come mangia, ora perchè non sta dritta, insomma ogni pretesto è buono per gettarglisi contro e offenderla, sminuirla e di trattarla come una bambina.
Ed è normale che quando viene a conoscenza del ballo, si illumina tutta, pensa che finalmente è arrivato il suo momento, che può riscattarsi da una vita e dai genitori che gli stanno stretti, magari sarà proprio a questo ballo che conoscerà un uomo bello e ricco che le saprà dare l'amore che tanto cerca.. ma le sue fantasie vengono spazzate via dalla madre quando le dice che lei non parteciperà perchè quello è suo momento non quello della figlia, e che per di più non potrà dormire neanche nella sua stanza ma nel ripostiglio perchè nella camera deve mettere il bar per gli ospiti. Ed è qui che la ragazza decide che la madre e il padre gliela pagheranno e l'occasione gli verrò servita in mano.

Una scrittura senza fronzoli, ma asciutta, precisa e scorrevole, che in poche pagine riesce a farci capire la società parigina, fatta di papponi e prostitute nascosti dietro ai soldi che fanno da padrone in quella società, non serve sapere chi sei o da dove vieni, ma dove abiti e come vivi, e se il tuo portafoglio è pieno.
Viene inquadrato il rapporto di amore/odio tra madre-figlia, in cui entrambe vogliono primeggiare in famiglia, vogliono essere entrambe notate, corteggiate, amate. Poi c'è il padre che non entra mai realmente nella scena, se ne sta li in disparte come un soprammobile.

In sostanza è un racconto che si legge in un pomeriggio, che saprà tenere una piacevole compagnia. 
Mi sono già procurata altri suoi libri, in attesa solo di essere letti ^_^

Voto: 3/5

"Proposta allettante" di Chiara Cilli

Giornoooo cariiii ^^ ieri dopo avervi proposto la recensione del primo episodio della serie Matt Staton’s Agency (qui) torno per mostrarvi il 2 volume uscito il 25 maggio...


Titolo: Proposta allettante
Autore: Chiara Cilli
Editore: Narcissus Self Publishing
Serie: Matt Staton’s Agency, #2
Genere: erotico
Pagine: 37
Prezzo: 1.99 €

TramaIncontrare un uomo d’affari bellissimo e affascinante è un’esperienza più unica che rara. Se poi ha un’offerta di lavoro per lei, Cristina Cabrisi può senz’altro considerarsi una ragazza fortunata. Tuttavia, non è ansiosa per l’appuntamento con Matt Staton solo per via della proposta misteriosa. Tutto di lui la intriga e non vede l’ora di rivederlo per poterlo stuzzicare e riprendere da dove si erano interrotti. Peccato che non abbia la minima idea di quale sia la natura dell’attività che lui vuole proporle e, quando lo scoprirà, le sue certezze cominceranno a vacillare…
Lei è perfetta per questo lavoro, e Matt non se la lascerà scappare.

martedì 28 maggio 2013

Recensione: Resta anche domani

Altro giro, altra recensione.. stasera sono in vena di ciarlare (non si nota vero?! XD)

Titolo: Resta anche domani
Autore: Gayle Forman
Editore: Mondolibri
Pagine: 243
Prezzo: 4,65€ (usato, non saprei se no che non c'è nel retro copertina il prezzo di Mondolibri)

Trama: Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani? 

Recensione

E' uno di quei libri in cui le sensazioni che provi ti rimangono appiccicate addosso come una patina anche a distanza di tempo dalla fine della lettura. 
Uno di quei libri che sono semplici, ma allo stesso tempo profondi, veri, reali, toccanti, di quelli che ti scappa la lacrimuccia per la tenerezza della protagonista, Mia che a solo diciassette anni si vede portare via con un incidente stradale tutta la sua vita, gli adorati genitori e il suo fratellino Teddy.
Si rivede riversa a terra e poi in una stanza di rianimazione, fluttua tra un corridoio a un altro, vedendo tutto ciò che succede intorno a lei mentre il suo corpo è in coma.
L'affetto sei suoi nonni, della migliore amica della mamma, della sua migliore amica e infine del suo ragazzo Adam. Un personaggio che non so mi ha profondamente colpito, lui con il suo vestire punk e suonare rock che sta insieme a una che ama la musica classica. Ma anche l'affetto dei suoi zii, cugini, che si accampano nella sala visite per essergli vicino. Ma nonostante tutto, il dolore per la perdita della sua famiglia è acuto, troppo intenso per una ragazzina di diciassette anni, che i suoi unici problemi erano che non sapeva se verrà presa o meno alla Julliard, che si chiede come farà con Adam, per non perderlo e a un tratto tutto si frantuma, tutto perde importanza, perchè le cose importanti sono altre e lei le ha perse per sempre... allora se è vero quello che i medici stavano dicendo che le sorti dipendono da lei, dalla sua volontà o meno di risvegliarsi, fa un resoconto della sua vita per cosa vale la pena restare domani invece di lasciarsi andare alla morte e raggiungere i suoi cari??

Un libro che ho trovato semplicemente bellissimo e toccante, con una scrittura semplice, che parla di sentimenti dolorosi ma che non li porta all'eccesso, facendolo diventare straziante e grondante di lacrime e con un finale da lasciare col fiato sospeso e la curiosità che schizza a mille in mezzo secondo. Un libro con personaggi ben caratterizzati che riescono in qualche modo a farti sentire parte della disgrazia come se fosse un po' anche tua.
Un libro che non posso che consigliare veramente tanto!

Prima di lasciarvi volevo chiederti se qualcuno sa se è uscito il continuo oppure no,  in inglese mi pare sia Where she went... Fatemi sapere ^_^

Voto: 4/5




Frase dal libro 
(lei, ovvero il suo corpo, è in coma e diciamo lo "vede" mentre lei è ancora spirito ^^)

Ho gli occhi chiusi, perciò lo sento arrivare ancora prima di vederlo. Avverto il suo respiro rapido e affannato, come se avesse appena corso una maratona. Poi mi arriva il suo odore, una fragranza muschiata 
che mi piacerebbe imbottigliare per usarla come profumo. Apro gli occhi. Adam ha chiuso i suoi. Dalle palpebre gonfie e arrossate intuisco il motivo della sua assenza. E' scappato via per piangere senza farsi vedere? 
Si accascia sulla sedia come un sacco. Si copre la faccia con le mani e fa una serie di respiri profondi. Poi, alza la testa. -Ascoltami- dice, con la voce incrinata.
Apro gli occhi e cerco di tirarmi su il più possibile. Lo ascolto.
-Resta.- Quella sola parola basta a chiudergli la gola. Deglutisce per ricacciare indietro l'emozione e prosegue. -Non ci sono parole per descrivere quello che ti è successo. Non c'è un aspetto positivo. Ma un motivo per continuare a vivere si. E non parlo di me. E' solo... non lo so, forse sto parlando a vanvera.... Sono ancora sotto shock per quello che è successo ai tuoi genitori, a Teddy...- Nel pronunciare il nome di Teddy, la voce gli si spezza e una lacrima gli riga la guancia. In quel momento penso: Ti amo.
Lo sento inspirare a pieni polmoni per calmarsi. 
Riprende a parlare. -Penso che sarebbe un vero schifo se la tua vita finisse qui, così. So che la tua vita non potrà più essere come prima e non sono così stupido da pensare di poter rimediare in qualche modo. Nessuno può farlo. Ma non riesco ad accettare l'idea che tu non potrai invecchiare, avere dei figli, andare alla Julliard, suonare il violoncello e trasmettere al pubblico lo stesso brivido che provo io ogni volta che ti vedo prendere in mano l'archetto, ogni volta che mi sorridi. 
Se resti, farò tutto quello che vorrai. Mollerò il gruppo, verrò a New York con te. Se non vorrai avermi intorno, me ne andrò. Liz dice che tornare alla tua vecchia vita potrebbe essere troppo doloroso per te e che forse preferirai ricominciare da capo e dimenticarci tutti. Sarebbe un brutto colpo, ma accetterei anche questo. Sono disposto a perderti così, se non ti perdo oggi. Ti lascerò andare. Se resti.-
Poi Adam crolla, scosso dai singhiozzi.
Chiudo gli occhi. Mi tappo le orecchie. Non sopporto di vederlo in questo stato. Non sopporto di sentirlo piangere.
All'improvviso non sento più Adam, ma un suono profondo e lamentoso che un attimo dopo si trasforma in una melodia struggente. La musica di un violoncello. Adam ha sistemato un paio di cuffie sulle mie orecchie senza vita e mi ha appoggiato un iPod sul petto. Si scusa perchè non è il mio pezzo preferito, ma non ha trovato di meglio. Alza il volume in modo da farmi sentire la musica, che si diffonde nell'aria del mattino. Mi prende la mano nella sua.

Recensione: L'uomo proibito

Sera sera... breve recensione del primo mini episodio della serie erotica Matt Staton's Agency di Chiara Cilli ^_^

Titolo: L'uomo proibito 
Autore: Chiara Cilli
Editore: Lite Editions
Serie: Matt Staton’s Agency n.1
Genere: Erotico
Pagine: 42 (il mio ereader me ne dava 27)
Prezzo: 1.99€ 
-Formato ebook-

Trama: Cristina Cabrisi è una ventunenne trasgressiva. Non le piace essere controllata e deve sempre avere la situazione sotto controllo, specialmente con i ragazzi. Ma quando la coincidenza la porta a scontrarsi con gli occhi di ghiaccio di Matt Staton, la sua vita cambia per sempre. Lui non è una delle solite prede di Cris, è un uomo d’affari più grande di lei e sa come sfruttare il suo fascino, ma lei non è disposta a farsi sopraffare. L’attrazione tra i due è da subito esplicita e carica d’aspettative, ma Cris si ritrova in biancheria intima a rigirarsi tra le mani un sospetto bigliettino da visita, dopo che Matt le ha dato un assaggio della sua passione e si è poi tirato indietro, dicendole di avere un’offerta di lavoro per lei. Chi è in realtà Matt Staton? E perché non ha dato sfogo al rovente desiderio che Cris ha letto nel suo sguardo? Trovare risposta a queste domande e sedurre un uomo che pare bramarla più di quanto dia a vedere sarà un’ardua sfida. E Cris è intenzionata a vincere. 

Recensione

E' raro che io legga racconti brevi, storie corte o mettetevela come vi pare, perchè a parte quanche eccezione non soddisfano mai le mie aspettative. 
Questo di Chiara Cilli è il primo episodio di non so quante uscite.. (chi lo sa?? O.o mi sta venendo il dubbio... :S) e devo dire che da una parte mi è piaciuto, ben fatto, ben scritto, coinvolgente, l'unica cosa è che essendo, giustamente un episodio, è breveee *_* e mi ha lasciato sul più più bello! Non vi dico la mia faccia sul pullman quando l'ereader non andava più avanti perchè erano finite le pagine XD
Nonostante tutto mi è piaciuto parecchio ^^ Cristina è una ragazza una ventiduenne che si trova in questo caso nel posto giusto al momento giusto, infatti, è andata a casa della cugina perchè doveva truccarla per un compleanno e proprio quel giorno gli zii stavano facendo una sorta di riunione di lavoro e lei nel momento in cui aiuta la zia a portare delle cose nel salotto dove stanno incontra due quei bei occhioni di ghiaccio attaccati al corpo di Matt Staton, il classico figaccione, gira-ormoni (compresi i miei ;p) e in 27 pagine (è il numero che mi segnato il mio ereader) Chiara riesce a farci capire l'attrazione che scatta tra i due con una sola occhiata (anche a me sarebbe scattata sinceramente, ma va bè son dettagli ^^) e a farci coinvolgere nel racconto, nella "relazione" tra i due e riesce a dare carattere e spessore ai suoi due protagonisti.
La scrittura, ti prende e ti porta a domandarti e ora, e ora... e tu leggi leggi e sul più bello (non ve lo rivelo però) l'episodio finisce e zancheta fregata!!! ahahahahhaha 

Scherzi a parte... se vi piacciono i racconti erotici non posso che consigliarvelo e vi auguro di passare una piacevole ora (anche molto di meno ci si impiega) con Cristina e Matt ^_^ e io invece mi vado a cercare il continuo e auguro un grande in bocca al lupo a Chiara per questa sua avventura ;)

Voto: 3.5/5


I miei acquisti #64

Purtroppo questa settimana non sono uscita perciò nessun libro cartaceo per la mia libreria... ma ci sono sempre gli ebook ahahahahahahah ormai sono partita per la tangenziale!!! ;p

*** Ebook ***

Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas

Nessuno esce vivo dalle miniere di Endovier. Celaena, la migliore assassina nel regno di Adarlan, è lì rinchiusa da un anno e quando le offrono la possibilità di diventare sicario di corte, non esita neppure un istante ad accettare. Ma la lotta è appena all'inizio: Celaena deve affrontare ventitré contendenti. Se vincerà, diventerà la paladina del re e dopo quattro anni di servizio sarà libera. Il Principe Ereditario è il suo maggiore alleato. Il Capitano delle Guardie la protegge. Entrambi la amano. Ma l'amore e il talento non bastano per vincere. Nel castello un pericolo insidioso è in agguato, e ben presto Celaena capisce che le persone di cui fidarsi sono sempre meno... A lei spetta il compito di estirpare l'oscura minaccia, prima che distrugga il loro mondo.

Liberami di J. Kenner

Tutti conoscono Damien Stark, uno dei più grandi tennisti del mondo. Per anni, il suo sguardo intenso e misterioso ha occupato le prime pagine dei quotidiani e delle riviste. Poi, da un giorno all’altro, lui è sparito nel nulla. Almeno finché non è tornato alla ribalta come imprenditore, collezionando ancora più successi di quand’era un campione sportivo. Giovane, bello e ricchissimo, Damien è un uomo cui è difficile, se non impossibile, dire di no. È proprio per questo che, quando incontra Nikki, una donna riservata ma molto decisa, non riesce ad accettare il suo secco rifiuto a un’offerta per cui molte altre sarebbero invece disposte a vendere l’anima al diavolo. Eppure Nikki sembra irremovibile. 
Anche se, nel profondo della sua anima, lei ha già capito di essere perduta. Fin dal primo istante, infatti, tra i due è nata una complicità tanto profonda da non poter essere repressa. Un’attrazione tanto potente da sgretolare le loro difese e mettere a nudo le loro anime, rivelando i segreti di un oscuro  passato  di cui entrambi portano  le cicatrici.  Soltanto così,  insieme,  potranno  finalmente sentirsi liberi…

L'inganno della morte di Guglielmo Scilla

Daniel è un ragazzo di sedici anni. Nel suo paese ogni estate si tiene un evento speciale, la Festa delle Fiamme. Nove ragazzi prescelti, che indossano ciascuno un costume diverso, si sfidano nel superare prove e ostacoli di ogni genere. Uno solo è il vincitore, acclamato e osannato da tutti. Daniel è uno dei prescelti. Dopo una lunga preparazione, il giovane vince: è lui l'eroe della Festa delle Fiamme. La vita però sa riservare sorprese e imprevisti. E così, proprio la notte della vittoria, Daniel muore. Forse ucciso, forse no. Catapultato in un mondo nuovo, l'Oltretomba, e guidato da tre Maestri, Daniel cercherà di ricostruire il mistero della sua morte. Nel frattempo, una bambina dal nome armonioso, Cybele, lo accompagnerà alla scoperta di uno dei viaggi più entusiasmanti che si possono fare. Da vivi o da morti. Il viaggio alla scoperta dell'amicizia. Ricreando perfettamente un "mondo altro" e misterioso come l'Oltretomba, Guglielmo Scilla crea un romanzo fantastico e fantasioso.

Non volare via di Sara Rattaro

Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Quello è l'unico momento in cui sente come gli altri. Perché Matteo è nato sordo.
Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c'è un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: "Pecché vola via?".
Un uccellino è volato via e Matteo lo ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. E' il padre è essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità.
All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza nel nome di un comandamento inespresso: "Restare uniti grazie all'amore". Ma è stato proprio l'amore è travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni.
Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare "Papà, non volare via."

La gladiatrice di Russel Whitfield

Unica sopravissuta a un naufragio sulle coste dell'Asia Minore, la spartana Lysandra finisce nelle mani di Lucio Balbo, il proprietario di un ludus nei pressi di Alicarnasso, nel cuore dell'Impero Romano d'Oriente, dove vengono addestrate giovani gladiatrici. La fiera Lysandra, discendetnte da un antico ordine di sacerdotesse guerriere, non accetta il suo nuovo status di schiava. Costretta a combattere nell'arena per riottenere la libertà, grazie alla sua straordinaria abilità nell'arte gladiatoria, conquista l'adorazione delle folle, esibendosi con il nome di battaglia di Achillia, e si guadagna il rispetto del lanista, il proprietario della scuola. Dotata di un carisma da leader, grazie all'eccezionale destrezza con le armi, la gladiatrice sconfigge una dopo l'altra le avversarie più temibili , fino alla sua nemica giurata, Sorina, a capo del clan barbarico del ludus. Dell'ultimo spettacolare combattimento, organizzato in onore dell'emissario imperiale in visita alla città, Lysandra affronterà la sua prova più difficile: una sfida all'ultimo sangue. Le avvincenti descrizioni dei combattimenti e l'appassionante ricostruzione della vita all'interno del campo, tra la durezza dell'addestramento, le umiliazioni subite dalle schiave, lo spirito di squadra che unisce tra loro le lottatrici, non senza qualche incursione nell'amore saffico, fanno di questo romanzo un affascinante affresco storico che rivela aspetti inediti dell'antica roma al tempo di Domiziano.

Lysandra. Gladiatrice di Sparta di Russel Whitfield

Sotto la dinastia imperiale dei Flavi, la passione del pubblico romano per gli spettacoli dei gladiatori non è stata mai così forte e l’amore dell’imperatore Domiziano per le novità ha dato origine a un tipo di combattente mai visto prima: la gladiatrice.
Lysandra, gladiatrix prima dell’Asia Minore, ha ottenuto la libertà e non è più costretta a esibirsi nel ludus: si dedica alla venerazione della dea Atena, di cui è sacerdotessa, e allena giovani gladiatrici. Ma Domiziano le lancia una sfida che non può rifiutare: combattere nell’anfiteatro Flavio contro la gladiatrix prima di Roma, Illeana, bella come Afrodite. Solo una di loro potrà restare in vita, solo una potrà essere proclamata Roma Victrix.
La storia di Lysandra si intreccia con quella di Gaio Minervino Valeriano, tribuno romano che deve sconfiggere i sanguinari barbari della Dacia, e con quella della misteriosa gladiatrice Pirra, giovane e talentuosa, con un passato da nascondere.

Io che amo solo te di Luca Bianchini

Ninella ha cinquant'anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia si fidanza proprio con il figlio dell'uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato in uno degli angoli più magici della Puglia.
Gli occhi dei 287 invitati non saranno però puntati sugli sposi, ma sui loro genitori. Ninella è la sarta più bella del paese, e da quando è rimasta vedova sta sempre in casa a cucire, cucinare e guardare il mare. In realtà è un vulcano solo temporaneamente spento. Don Mimì, dietro i baffi e i silenzi, nasconde l'inquieto desiderio di riavere quella donna solo per sé. A sorvegliare la situazione c'è sua moglie, la futura suocera di Chiara, che a Polignano chiamano la "First Lady". È lei a controllare e a gestire una festa di matrimonio preparata da mesi e che tutti vogliono indimenticabile: dal bouquet "semicascante" della sposa al gran buffet di antipasti, dall'assegnazione dei posti alle bomboniere - passando per l'Ave Maria -, nulla è lasciato al caso. Ma è un attimo e la situazione può precipitare nel caos, grazie a un susseguirsi di colpi di scena e a una serie di personaggi esilaranti: una diciassettenne che deve perdere cinque chili e la verginità; un testimone gay che si presenta con una finta fidanzata; una zia che da quando si è trasferita in Veneto dice "voi meridionali" e un truccatore che obbliga la sposa a non commuoversi per non rovinare il make-up.
Io che amo solo te è un romanzo sulle gioie segrete, sull'arte di attendere e sulle paure dell'ultimo minuto. Tra ironia e commozione, quello di Luca Bianchini è un avventuroso viaggio sull'amore, che arriva - o ritorna - quando meno te lo aspetti, ti rimette in gioco e ti porta dove decide lui. Come il maestrale, che accompagna i tre giorni di questa storia, sullo sfondo di una Puglia dove regnano ancora antichi valori e tanta bellezza.

Sotto le nevi si Pietroburgo di Jennifer Wilde

Mariette Danver pensa ormai di aver già vissuto tutte le avventure che a una donna può essere concesso di vivere nel corso di un'esistenza mortale: ha conosciuto la violenza e l'amore, ha dovuto uccidere per non venire uccisa, ha dovuto lottare per sopravvivere. Ma non avrebbe mai immaginato di potersi ritrovare sola e senza un soldo in Russia, in balia di un uomo imprevedibile, affascinante e selvaggio come il conte Orlov, l'amante della zarina...
La bambina dagli occhi di cielo di Barbara Mutch

Cathleen Harrington lascia l’Irlanda nel 1919 e si trasferisce in Sudafrica per sposare l’uomo che ama, ma che non vede da cinque lunghi anni. Isolata e straniata in un ambiente così diverso da quello a cui era abituata, cerca conforto nella musica del suo pianoforte e nell’amicizia con la governante e con sua figlia Ada. In loro trova quell’amore e quella comprensione che la sua stessa famiglia non sembra poterle offrire. Sotto la guida di Cathleen, la piccola Ada, dotata di uno straordinario talento, diventa un’abile pianista e una lettrice vorace, anche di quel diario che Cathleen tiene gelosamente nascosto e in cui confida tutti i suoi segreti… E quando, passati gli anni, Ada suo malgrado tradirà la fiducia di Cathleen e sarà costretta ad abbandonarne la casa dove è stata allevata per scomparire nel nulla, Cathleen farà di tutto per ritrovarla nel nome di un’amicizia che oltrepassa il tempo, i rancori, lo status sociale.
La bambina dagli occhi di cielo è un romanzo epico e commovente, che scava nella storia e nei sentimenti di due generazioni di donne che vivono, lottano e amano in un paese meraviglioso e crudele.

Voi invece cosa avete preso??

domenica 26 maggio 2013

Recensione: Come inciampare sul principe azzurro + foto

Prima di passare alla recensione, volevo dirvi che questa settimana non ho postato le rubriche Chi ben comincia e My personal beauty perchè sono incasinata con un progetto per cosmetologia che non vedo l'ora di consegnare martedì, e poi non vi prometto la puntualità delle rubriche perchè poi devo iniziare a scrivere e studiare la tesina per gli esami, perciò se non vedete le rubriche sapete il perchè ^_^ intanto cerco di smaltire nei buchi di tempo che ho un po' di recensioni... questa la sto facendo mentre mangio sola soletta la pizza in cucina, insieme a uno dei miei cani che mi guarda in cerca di mangiare ;p gli ho fatto anche la foto al disgraziato ihih poi ve la metto a fine post ^_^


Titolo: Come inciampare sul principe azzurro
Autore: Anna Premoli
Editore: Simplicissimus Book Farm
Prezzo: 0.99€ (Ebook)

Trama: Ogni ragazza moderna che si rispetti sogna di sfondare e magari di andare a lavorare all’estero, e Maddison è esattamente come tutte le altre. Solo un po’ meno motivata, e un po’ meno disposta ad andare via delle altre. Così, quando la promozione arriva sotto forma di un trasferimento in Corea del Sud, Maddy è tutt’altro che felice. Anche perché il suo nuovo capo americano ma con gli occhi a mandarla è un po’ troppo severo, anche se oggettivamente molto affascinante. Troppo affascinante. Ecco le divertenti vicende di una ragazza in carriera che si ritrova cittadina del mondo suo malgrado.

Recensione

In questo momento penso che Ilaria mi stia maledicendo in tutte le lingue che conosce perchè sta cercando questo libro da quando ha letto Ti prego lasciati odiare della stessa autrice solo che non posso darglielo perchè questo è un formato epub e lei non ha l'ereader... eh che ti posso dire... compralo!! Ok dopo questa breve parentesi che a nessuno importa passiamo al libro!!!....

Frizzante, allegro, spensierato, leggero, scorrevole, divertente, mare, relax, Sophie Kinsella.... questo sono tutte le parole che mi passano per la mente quando penso a questo libro... E' adatto al mare per un po' di relax vista la sua leggerezza e frivolezza e l'ho trovato più divertente di un libro di Sophie Kinsella!

Maddison o Maddy ha un lavoro prestigioso, anche se a lei non piace lo fa solo perchè nella vita deve pur lavorare, perchè nella sua vita ci sono due cose desidera ardentemente: andare a New York, infatti farà domanda per il trasferimento li, per darsi alla pazza gioia facendo shopping il suo grande amore della vita (e come darle torto! *___*) e incontrare il suo principe azzurro. 
Ma quando al posto di New York la mandano a Seul? E per di più il suo capo è un bellissimo, perfettissimo, stronzissimo, puntigliosissimo coreano? Come se la caverà Maddison, che altro non voleva che un po' di sano shopping nella grande mela?? E sopratutto cosa succederà?? Naturalmente non ve lo dico altrimenti vi rovino la parte spassosa del romanzo!!!

Posso dirvi che se prendete questo libro inizierete a ridere da subito e se viaggiate a fare figuraccie! Si perchè io sono scoppiata a ridere nel pullman da sola e la gente mi guardava come se fossi un maiale volante blu... ma togliendo questo.. Maddison è una ragazza forte, risoluta, con un senso dell'umorismo alle stelle. Mark, invece, è il classico capo. Irremovibile, puntiglioso, severo, che lavora 14 ore al giorno, pretende il massimo, ma anche affascinante, ironico in modo sottile che però ha anche un lato romantico nascosto e che se si innamora da il meglio di se!
Insomma il finale lo potete intuire comunque da voi, però questo non guasta il piacere di leggere questo libro, che scorre da se ^_^ veramente veramente carino e consigliatissimo!!!!

Voto: 4/5




Ecco le foto di Billie Joe, il disgraziato che voleva la pizza!!! 






Invece lei è la mia principessa, il mio amore grandissimo.. Nuvola o come la chiamo io, Nula ^_^





Recensione: La fiamma del destino

Secondo romanzo della italiana Mariachiara Cabrini, che questa volta torna con una trilogia fantasy. Devo dire che sono stata spinta a comprarlo, per prima cosa perchè seguo il suo blog: L'arte dello scrivere... forse, e poi perchè ho letto i primi capitoli di questo libro quando all'epoca li pubblicava sul suo blog e mi è rimasta sempre il pallino di scoprire come continuava, così complici i soldi a disposizione e l'ordine Amazon in procinto di spedire l'ho preso ^^
Comunque Qui potete trovare la recensione dell'altro suo libro Imprinting Love...
Qui potrete trovare l'incipit di La fiamma del destino, per la puntata di Chi ben comincia...

Titolo: La fiamma del destino 
Autore: Mariachiara Cabrini
Editore: Auto pubblicato inizialmente su Lulu.com, ma potete trovarlo anche su Amazon
Pagine: 184
Prezzo: 9,73€ cartaceo

TramaAnna, una ragazza come tante, viene catapultata in un’altra dimensione, dove la magia esiste ed è cosa di tutti i giorni. E’ il destino che l’ha portata lì, e gli abitanti di quel luogo aspettavano il suo arrivo da secoli. Lei dovrebbe salvare il loro mondo. Questa enorme responsabilità, che dovrebbe schiacciare Anna, la aiuta invece a dare uno scopo a questa svolta nella sua vita. Ha perso tutto ciò che le era caro, ma almeno tutto ciò che ha sofferto aveva un fine, o almeno così crede. Scoprirà invece che lei ha sì un ruolo nel futuro di quel pianeta, ma non quello che credeva…

Recensione

Tutto ha inizio in una giornata come un'altra Anna, si prepara, saluta la mamma ed esce per andare a prendere il treno per l'università come tutte le mattine.
Quando Anna ha la sensazione che il treno inizi e a deragliare e in contemporanea vede una forte luce che la risucchierà, catapultandola in un'altra dimensione, in un'altra epoca, in un altro mondo dove esiste la magia, dove il cielo è verde smeraldo e la popolazione è divisa per clan e ognuno di essi domina su un elemento, e lei verrà presa e scortata a palazzo dal clan del fuoco (che appunto usa il fuoco come magia) e le viene raccontata una leggenda in cui si prediceva che fra 1000 anni una fiamma sarebbe arrivata per salvare il loro mondo e infatti tutti i popoli sono in pericolo perchè le Bestie, animali crudeli e senza scrupoli, stanno per squarciare il velo e distruggere ogni forma vivente che esista e solo con l'aiuto del quinto clan quello del cielo, estinto secoli fa tanto da diventare leggenda può far qualcosa per il velo, senza contare che il clan dell'acqua, nonostante ci sia un patto di pace stiamo imbracciando le armi contro di loro. Ma che ruolo avrà Anna in tutto questo?

Non vi dico quante risate mi sono fatta con Anna, che si ritrova in un mondo che somiglia più al medioveo che alla sua epoca, dove l'imbarazzo e il pudore non sanno neanche dove sta di  casa e alla prese con la sua guardia personale Saiel, che è estremamente taciturno, forte, bello, sexy... insomma l'uomo che tutte le donne desiderano e che ti fa partire in quarta gli ormoni... insomma niente di che ;p

Ho trovato questo libro nettamente migliore da Imprinting love, più curato, meno frettoloso, più dettagliato, più movimentato, più coinvolgente, insomma più di tutto.. Si legge tutto d'un fiato, poco impegnativo e anche divertente ^_^ perfetto per qualche pomeriggio di svago, o se come me viaggiate su pullman, treni e quant'altro... :) veramente piacevole... ora aspetto il continuo che speriamo non tardi ad arrivare ;)

Voto: 3.5/5

Recensioni: The restorer. La signora dei cimiteri + The Kingdom. La signora dei cimiteri

Ho 10 recensioni in arretrato mamma mia O.O perciò cerco di recuperare e intanto vi lascio con i primi due libri della serie "La signora dei cimiteri" di Amanda Stevens!

Titolo: The Restorer. La signora dei cimiteri
Autore: Amanda Stevens
Editore: Harlequin Mondadori, collana Bluenocturne
Uscita: marzo 2013
Pagine: 347
Prezzo: 5,90€

TramaSono Amelia Gray e restauro cimiteri. Sono condannata a poter vedere i morti, ed è un'esperienza angosciante. Hanno fame di vita. Per questo non li posso guardare, non devo far loro capire che li vedo, o sono perduta. Ultimamente però tutto è diverso. È accaduto qualcosa nel cimitero di Oak Grove, dove sto lavorando, qualcosa che va oltre la semplice violenza, che coinvolge i vivi e i dannati. Ho paura, perchè il senso di tutto ciò mi sfugge. Sono sempre più confusa, sopraffatta dalle circostanze e da un mistero che, invece di sciogliersi, pare diventare più fitto e più oscuro. Spero di trovare delle risposte, prima che tutto ciò possa uccidermi.

Titolo: The Kingdom. La signora dei cimiteri
Autore: Amanda Stevens
Editore: Harlequin Mondadori
Prezzo: 6,99€ ebook (solo in ebook per ora c'è il formato)

Trama: Sono Amelia Gray e mi chiamano la Signora dei Cimiteri. Ho ricevuto l'incarico di restaurare un vecchio camposanto nella cittadina di Asher Falls, South Carolina, raggiungibile solo in barca. Ma credo che in realtà ci sia un'altra ragione se sono stata chiamata qui. Sento una sorta di legame che non riesco a spiegarmi e a comprendere. Perché vengo attirala di continuo verso una tomba nascosta che ho scoperto nel bosco? C'è qualcosa in questa città che la fa avvizzire. Si respira un'atmosfera di morte e il male è in mezzo a noi. Forse tutto cambierà se riuscirò a scoprire la verità nascosta dal velo che separa i vivi dai morti.

Recensioni


Definirei The restorer un libro particolare, ma non per i temi o che ma per l'atmosfera.. questo libro mi metteva ansia, paura.. vi giuro di sera non riuscivo a leggerlo perchè le sue atmosfere mi inquietavano, come neanche King è riuscito a fare. La scrittrice riesce a descrivere l'ambiente, le sensazioni provate dalla protagonista, i profumi, le cose che vede in maniera talmente tanto reale che tutt'ora nonostante io abbia letto parecchi libri dopo questo ancora li riesco a percepire come se li avessi realmente vissuti.
Questo primo libro di una trilogia si svolge in maniera molto lenta, tant'è che più volte sono stata tentata di abbandonare la lettura, perchè ti fa entrare nel mondo di Amelia che fa la restauratrice di cimiteri, in maniera progressiva, ti fa conoscere il mondo che la circonda da quando è piccola, le sensazioni, le paure che esso trasmette. E' particolare perchè oltre alla storia in se in cui devono risolvere un caso, descrive le tombe, e ci descrive il vario simbolismo che c'è in esse, quindi i simboli raffigurati, da dove vengono che cosa rappresentano, anche la posizione delle tombe ha un suo perchè e una sua origine.
Praticamente in questo libro viene prediletto più i segreti che ci sono intorno ad Amelia e questo mondo , alle sensazioni e alle emozioni, che al thriller in se per se, anche la storia d'amore tra Amelia e John Devlin, il detective con cui segue il caso dei ritrovamenti di corpi è molto sottile, molto delicata, anche perchè vedremo che sarà difficile un rapporto tra di loro, perchè lui è perseguitato dallo spirito della moglie e della figlioletta.
La protagonista è una donna forte, ma allo stesso tempo fragile, coraggiosa, che ama più di qualunque altra cosa il mestiere che fa, perchè tra i morti trova la pace che tra i vivi non ha. Per lei gli spiriti non sono un qualcosa da cui scappare come farebbe la maggior parte delle persone, ma qualcosa da capire, da studiare, per individuare il motivo per cui lei li vede, qual'è lo scopo di questo suo "dono"?
Nonostante tutto questo primo libro è una base per il secondo, infatti molti misteri legati alla protagonista rimangono sospesi. 
La scrittrice riesce a catturarti a lettura inoltrata (per lo meno io!) riesce ad affascinarti e in qualche modo e farti vedere i cimiteri sotto un'altra luce e tu intanto hai proseguito a leggere con l'indagine e sei arrivata alla fine senza neanche accorgertene, che quando arrivi alla fine ci rimani male e ti ritrovi innamorata di questo libro senza esserne consapevole!!! E pensare che io lo stavo odiando all'inizio O.O però il senso di inquietudine me lo ha trasmesso fino alla fine ^__^ 

Voto: 5/5




The Kingdom è il continuo, per ora uscito solo in edizione ebook, in cui ritroviamo Amelia in fuga dalla sua città e da John Devlin anche se nella sua mente la sua presente è più forte che mai.
Questo secondo libro è caratterizzato sempre da un atmosfera inquietante e un po' lugubre, con il lago in cui la notte scende la nebbia e il fantasma ne compare nel mezzo (vi giuro avevo la pelle d'oca, detta così non sembra, ma quando lo si legge, ti si rizzano i peli della nuca!) una tomba misteriosa, un cimitero da restaurare con una storia che le persone Asher Falls ritengono che non debba essere portata a galla. Una famiglia potente quella degli Asher, che nascondono parecchi segreti, tra cui uno su Amelia, una strana vicina che cura gli uccelli, che compare nei momenti di difficoltà. 
Ma verranno a galla le origini di Amelia perchè è stata adottata, chi erano i suoi genitori, i tanti perchè irrisolti nel primo volume, ma tanti altri interrogativi nascenti... c'è tanta roba che ti lascia incollata dalla prima pagine in cui Amelia fa conoscenza con Thane Asher fino alla fine alla risoluzione del mistero. 
Ci sarà anche il tenero Angus, un cane che è stato usato per le lotte clandestine che proteggerà Amelia anche a costo della propria vita, e un fantasma (quello di cui vi ho parlato all'inizio) che infesterò le notti della protagonista,  dicendole che deve lasciare la città, deve andarsene via.. ma chi sarà, e come fa a sapere che lei può vederla?? Quali oscure presenze più forti degli spiriti stanno cercando Amelia?? 
E per non parlare di Sidra, la ragazza che come Amelia può vedere i morti, e i segreti di un po' tutto il paese... 
Questo secondo libro nonostante sia stato più "pieno" l'ho trovato non so in qualche modo meno profondo. E poi diciamocelo il bello e dannato John Devlin mi è mancato ^_- però le atmosfere cupe ci sono anche qui, anche se sapevo a cosa andavo incontro!

Voto: 4.5/5



Insomma una trilogia da non perdere, che tra cui è stata ristampata in edicola per la collana Bluenocture a 5,90€... perciò perchè non approfittarne!! ^_^

giovedì 23 maggio 2013

Recensione: Diari al collagene

Ciao a tutti...:) ebbene si sono tornata...ahahahahahhahah...pensavate che vi sareste liberate cosi facilmente di me?!?!? So che Debora lo vorrebbe tanto:P:P:P... ahahahahahahah....
Oggi vi voglio parlare del libro Diari al collagene di Janice Keplan e Lynn Schnurmberger...mamma mia che cognome lungo e anche difficile da scrivere non sia mai che lascio qualche consonante...cosa che a me potrebbe capitare...-.-"...

Titolo: Diari al collagene
Autore: Janice Keplan e Lynn Schnurmberger
Editore: Sonzogno
Pagine: 357
Prezzo: €15,00 (io l'ho pagato di meno stava in offerta al supermercato dove andiamo solitamente io e Peppora..:))

TramaIn un ricco ed elegante quartiere di New York, città da sempre simbolo del binomio "fashion & beauty", vive Jess, single quarantenne che divide il proprio tempo fra una vivacissima figlia e la raccolta di fondi per beneficenza. Nel suo passato, un marito dongiovanni di cui forse è ancora un po' innamorata; nel suo presente, un'interminabile serie di fallimentari appuntamenti al buio che l'amica del cuore Lucy - produttrice televisiva sulla cresta dell'onda - si diverte a organizzarle. L'ultimo in ordine di tempo con un chirurgo plastico mago del lifting; sì, perché Lucy - contrariamente a Jess che ha oltrepassato la fatidica soglia degli "anta" armata solo di una banalissima crema idratante e di un tocco di mascara - è una fanatica delle iniezioni di botulino, delle diete più assurde e di ogni nuovo, costosissimo ritrovato della cosmesi.
Incontentabile e incontenibile, ultimamente Lucy ha anche deciso di concedersi un amante, nonostante abbia un marito che l'adora e ben tre figli. Jess, inorridita, cerca in ogni modo di mettere in guardia l'amica, che è tuttavia troppo presa dallo shopping frenetico di lingerie di lusso e dagli appuntamenti in hotel esclusivi per darle retta. Poi la stessa Jess viene inaspettatamente travolta da un'ondata di romanticismo, quando il suo ex marito torna a far capolino nella sua vita - e nel suo letto.
Tutto è sottosopra, per Jess e Lucy, ma fra tanti sconvolgimenti una cosa resta immutata, ferma e solida come una roccia cui aggrapparsi: la loro amicizia. Insieme hanno affrontato il matrimonio, la nascita dei figli, il passaggio forzato dai bikini provocanti ai castigati costumi interi. E ora, tra flirt amorosi coast-to-coast, gare di cucina, ricevimenti a base di Botox-e-champagne e improbabili orge-country con tanto di sesso tantrico, insieme affronteranno la crisi della mezza età, seguendo magari percorsi diversi per giungere poi entrambe alla medesima conclusione: l'amore è meglio di un lifting, e il bacio dell'uomo giusto può ridare alla pelle di una quarantenne lo splendore dei vent'anni…
Spiritoso, scanzonato, ironico, Diari al collagene è, oltre che una divertente commedia metropolitana sul dilagare del culto della bellezza a ogni costo e della giovinezza artificiale, una satira pungente ed esilarante sulla società dei consumi. 

Recensione

Non mi piace scrivere recensioni negative, ma questa volta mi tocca farlo...dalla trama pensavo a qualcosa di divertente di cui non mi sarei staccata un attimo dal libro se non lo avessi finito tutto. Invece si e rilevato il contrario...non ho fatto altro che prenderlo e lasciarlo in continuazione...infatti ci ho messo un bel pò prima di finirlo...-.-""
 Le protagoniste del libro Lucy produttrice televisiva con un marito che la ama e tre figli adorabili e la sua amica del cuore Jess mamma sigle con una figlia.
Lucy non accettando la soglia dei "...anta" e sentendo ancora giovane si vuole concedersi un amatante, ma la sua amica Jess cerca di riportarla con i piedi a terra ma lo shopping sfrenato e hotel di lusso Lucy non da retta ai consigli della migliore amica..
Per Jess invece tornerà qualcuno dal suo passato...il suo ex marito che cercherà di riconquistare il suo amore...ci riuscirà?!?!?! 

L'unica cosa che può rassicurare le due amiche è sicuramente la loro amicizia..  forte e solida come la roccia...

Voto: 2/5



Ila solo tu mi puoi ancora chiamare Peppola O.O comunque ti lascio un mio commento personale: Ammazza ti sei sforzata!!! ahahahaha non ho neanche capito cosa di preciso non ti sia piaciuto e cosa si ^^ mi sa che lo sai solo tu e a noi non c'è lo vuoi dire! Sei gelosa per caso??? ;p ahaha sei mitica ^_^ <3

mercoledì 22 maggio 2013

Recensione: Istruzioni per l'odio

Devo essere onesta, è uno dei pochi libri che mi ha messo in difficoltà con la lettura e ancor di più con una recensione... ^^ spero che alla fine esca qualcosa di comprensibile e decente... Intanto parto con il ringraziare Simone per avermi fatto leggere il suo libro :D 

Titolo: Istruzioni per l'odio
Autore: Simone Montella
Editore: Il foglio
Pagine: 180
Prezzo: 12,75€

TramaRaccontare i piccoli orrori della quotidianità, il loro rifiuto, la loro finale accettazione. Un libro psico-politico in cui un ragazzo cerca di fare a se stesso quello che Berlusconi ha fatto al paese. Un libro di sinistra, ma così di sinistra che può piacere soprattutto a quelli di destra. Succede che Silvio lo perseguita e un precario qualunque passa dalla laurea con lode alla disoccupazione. Che fare? Si tratta della domanda cui i poveracci di tutto il mondo cercano da secoli una risposta.

Recensione

Devo ammettere di essere parecchio "ignorante" sui fatti riguardanti la politica, io conosco 4 nomi incrociati e il resto mi è sconosciuto, conosco i nomi dei partiti più citati dal tg per forza di cose, ma non domandatemi se questi sono di destra, sinistra, su, giù, centro o chi che sia perchè il mio viso diventerebbe come si suol dire "a faccia da pesce lesso" e più forte da me più cerco di impegnarmici a capire più mi si intrecciano le idee e li non vi dico che cosa partorisce la mia mente, perciò ho iniziato questo libro parecchio "spaventata" e purtroppo ne è uscita una frittata (pure la rima c'ho infilato XD).
Con queste premesse incoraggianti, parto col dire che la mia sarà una recensione basata per lo più sulle emozioni che mi ha suscitato ^_^ senza giudizi o critiche perchè per carità sono la persona meno adatta, chiedo venia in caso io scriva scemenze!

Allora allora, il libro è narrato in prima persona da un uomo di 28 anni, Napoletano ma residente a Mogliano, il tutto ambientato nel 2011 da come ho capito all'ultimo governo di Berlusconi, che è il punto focale della crisi esistenziale di questo poverino che non ha il lavoro, insoddisfatto dai politici che non fanno nulla per migliorare la situazione e lui  è uno dei tanti disoccupati, un po' depressi e molto scontenti e anche un po' incazzati, con le loro ideologie da portare avanti e da far valere e i loro progetti irrealizzabili.
Oltre alle considerazioni su ciò che ha fatto di buono e di cattivo Berlusconi e il suo carrozzone durante il suo "potere" il tutto è infarcito con scene di vita quotidiana in cui ognuno si può ritrovare e a braccetto tutti le ripercussioni sulla vita reale che si hanno con le varie decisioni prese dagli uomini che "lavorano" per noi.

Ho trovato che Simone abbia una scrittura senza fronzoli, diretta e anche dura, ci sono state anche scene che mi hanno fatto ridere come il periodo in cui il nostro protagonista lavorava nel call center..
Se da una parte ho apprezzato il libro, perchè comunque è una fonte di riflessione sui tempi che corrono nel nostro paese, sull'insoddisfazione che dilaga tra il popolo, da una parte per me è stato penalizzato perchè molte scene politiche, molti litigi, molte situazioni erano come parlar arabo e questo non mi ha fatto apprezzare questo libro fino in fondo come farebbe chiunque si sappia destreggiare nelle vicende politiche che caspiterina fanno concorrenza a beautiful...
Se siete come me, non so se potreste apprezzare il libro fino in fondo, ma altrimenti lo consiglio perchè merita ^_^

Piccola parentesi prima di finire... il voto non è basato sullo stile o sulla storia, ma solo su come ho detto nella premessa sulla emozioni personali!!! 
Detto ciò vi lascio il link del blog dell'autore: http://www.disordina.it/ 

Voto: 2/5



Con questo vado a collassare sul letto e naturalmente fatemi sapere se lo avete letto ^_^ Notte lettori :D

Omaggi da... #26

Non so se per voi è la stessa cosa ma io divento felice davanti a un libro anche se tutta la giornata ha fatto schifo, mi se ne passa tutto in un istante davanti a loro *__* poi quando ne sono due è d'obbligo anche un abbraccio (virtuale in questo caso XD).. grazie grazie grazie grazie  ad Ilaria non solo per permettermi di farmi leggere entrambi i suoi libri, ma anche per avermeli fatto conoscere ^^ fin'ora non li avevo mai sentiti e le trame sembrano prometter bene...  ^_^ comunque basta ciarlare, ve li mostro :D Un'ultima cosa, entrambi sono primi volumi di trilogie :)


Titolo: Il giardino degli aranci. Il mondo di nebbia
Autore: Ilaria Pasqua
Editore: Narcissus
Genere: Fantasy

TramaAria è una ragazza come tante, che prova un grande vuoto dentro a cui vuole dare un significato. Percepisce il mondo che la circonda come qualcosa di estraneo, come se quel posto in cui abita non fosse la sua terra. Mossa da una grande sensibilità e dal suo istinto s’incammina verso un’avventura che la porterà a scoprire ciò che nasconde in profondità dentro di sé.
Lei non sa di avere il potere di cambiare il suo destino e quello dei suoi amici trovando il sigillo, e quando scopre di avere in mano questa possibilità, ha paura di non essere in grado di superare le sue sofferenze, teme di perdere ciò che conta e di non riuscire a scegliere la strada giusta da seguire.
In una realtà popolata da incubi che prendono le sembianze più strane e che sono trasformati in energia, in cui ogni cosa è velata dal mistero e la quotidianità è gestita dalle leggi imposte dai Cinque Sacerdoti, Aria, assieme ai suoi compagni di viaggio, sarà costretta a mettersi in gioco e, per cambiare il corso degli eventi, si ritroverà davanti all’ostacolo più temibile di tutti.
Il giardino degli aranci. Il mondo di nebbia, primo libro di una progettata trilogia, è un fantasy in cui tutto appare diverso da com’è, in cui i rapporti di amicizia sono il valore più importante e l’amore mostra la bellezza della vita.
E’ un libro ricco di colpi di scena, di personaggi affascinati da scoprire lentamente, tra passato e presente, con uno sguardo orientato al futuro.


Titolo: Le tre lune di Panopticon. Anime prigioniere
Autore: Ilaria Pasqua
Editore: Narcissus
Genere: Fantasy

Trama: In un luogo dominato dal potere malvagio di un solo uomo, il Presidente Reik, c’è una giovane ragazza, Sofia, che non sa di poter cambiare il futuro a cui Panopticon sembra destinata.
Il mondo in cui vive inizia lentamente a sgretolarsi, mentre le parole spariscono dai libri, dagli oggetti e dagli schermi, fino a diventare silenzio nella bocca del suo popolo.
Sofia è forse l’unica in grado di trattenere le parole, ma deve imparare a gestire il suo potere e a non aver paura di utilizzare questo dono, le cui origini sono da ricercare nel passato. A quando l’ingordigia dell’uomo condusse alla guerra e il Grande Spirito della Natura fu costretto a dividersi, rinascendo insieme ai tre neonati che avrebbero dovuto riportare l’equilibrio andato perduto.
Ricondurre alla pace si rivelerà complicato e saranno ardue le sfide che dovranno affrontare i protagonisti di questa storia magica e appassionante.
Le tre lune di Panopticon, primo volume di una trilogia, è un libro misterioso e intrigante, in cui nulla appare come sembra e i suoi protagonisti lottano con astuzia per salvare il mondo a cui appartengono e combattere contro un destino che sembra già deciso.

Che ne pensate??