domenica 15 aprile 2012

Recensioni: Glass magic, Sea glass, Spy glass

Ciao a tutti carissimi, questa volta mi cimenterò con una recensione a tre... ovvero tutta la trilogia di Maria V. Snyder.


Titolo: Glass Magic. La donna di sabbia (1 volume)
Autore: Maria V. Snyder
Editore: Harlequin Mondadori collana Bluenocturne
Pagine: 378
Prezzo: 5,40€


TramaDopo aver affrontato la prova del fuoco per salvare Yelena e tutta Sitia, per Opale Cowan è giunto l'ora di mettere alla prova il proprio coraggio. Qualcuno ha sabotato i globi di vetro dei Danzatempesta, seminando morte e distruzione, e lei, con il suo talento unico, è la sola a poterli aiutare. Al suo fianco in questa missione disperata ci sono il cupo Kade e l'allegro, solare Ulrick. I due sembrano contendersi il cuore di Opale, ma proprio colui che sembra più vicino a conquistarlo si rivela in combutta con un misterioso e crudele personaggio che torna dal più tragico passato di Opale.


Titolo: Sea glass. Cuore di diamante (2 volume)
Autore: Maria V. Snyder
Editore: Harlequin Mondadori collana Bluenocturne
Pagine: 378
Prezzo: 5,40€

TramaOpale Cowan ha scoperto di possedere una nuova, spaventosa abilità che l'ha resa troppo potente agli occhi del Consiglio dei Maghi. Ma anziché presentarsi alla Cittadella come le hanno ordinato, la giovane decide di sfidare tutto e tutti per salvare di Ulrick, il ragazzo di cui crede di essere innamorata. La brama di potere potrebbe aver eclissato in lui qualunque sentimento, eppure Opale è disposta a correre qualunque rischio. E a sacrificare la cosa più preziosa che possiede.

Titolo: Spy Glass. Magia di sangue (3 volume)
Autore: Maria V. Snyder
Editore: Harlequin Mondadori collana Bluenocturne
Pagine: 378
Prezzo: 5,40€


TramaOpale ha rinunciato alla magia e ha acquisito una sorta di immunità che la rende impermeabile a qualunque sortilegio. L'unica persona a possedere la stessa capacità è la spia più famosa del suo mondo, Valek, ed è proprio a lui che la fanciulla si affida nella speranza che l'aiuti a recuperare il sangue che qualcuno le ha rubato e che potrebbe permetterle di riappropriarsi dei poteri perduti. Ma la ricerca è impegnativa e presto mette in crisi il suo legame con Kade, il fascinoso Danzatore delle Tempeste che la vorrebbe tutta per sé. Mentre il pensiero di Devlen a poco a poco torna a farsi spazio nel suo cuore... 


Recensione (spoiler)

Vorrei dire molte cose riguardanti questa saga, una delle tante a chi ama il genere si intende è: Compratela!
Perchè merita tutta, ci sono colpi di scena su colpi, il ritmo della narrazione è serrato e ti trascina pagina dopo pagina.

Nei tre libri si susseguono le vicende di Opale (che ha letto la precedente trilogia con protagonista Yelena, l'ha già conosciuta) maga del vetro, alla prese con gli uomini che prima voglioni il suo sangue, il dominio sui suoi messaggeri e tanto altro.
Torneranno sulla scena i distorsori Deviian che vogliono il sangue di Opale per alzare la loro magia.
I personaggi che si muoveranno con Opale sono i tre maestri maghi del Mastio, Leif, Mara, Valek, Yelena, Janco, Ari, la sua famiglia ma che non hanno un ruolo nelle vicende diciamo come... sfondo, Pazia, Fisk,  Devlen, Kade il Danzatore delle Tempeste, Ulrick, e i cattivi come Scaltro. Man a mano si aggiungono personaggi nuovi come Galen, i personaggi del clan Sanguerosa, e due piccoli bambini...
Vedremo Opale nel primo libro che dovrà capire chi ha sabotato i globi dei Danzatempesta, e solo lei può aiutarli in quanto maga del vetro, ovvero riesce a incanalare la magia nel globi di vetro che vengono usati poi come messaggeri, un pò come i nostri cellulari. Qui farà la conoscenza di Kade. Al suo fianco c'è Ulrick che insieme al Danzatempeste si contende l'affetto di Opale. Nel frattempo Devlen è deciso a impossessarsi del sangue di Opale per completare il rito Kirakawa, ma c'è una svolta..... Che non vi dirò XD

Nel secondo Opale ha tirato fuori diciamo un nuovo talento che potrebbe mettere in ginocchio Sitia e Ixia, ovvero lei sa risucchiare la magia dei maghi tenendo in mano del vetro e trasformandola sotto forma di diamanti e saper trasformare e controllare in concreto le illusioni che gli vengono proiettate, con lei ad aiuto c'è anche Yelena la cacciatrice d'anime.
Intanto ha scoperto l'inganno con Ulrick e Devlen e decide di buttarsi in soccorso del primo. Avvengono cambiamenti radicali in alcuni personaggi, nuove conoscenze vengono a galla e il sangue di Opale è ancora una forte tentazione per i distorsori che sono riusciti a fuggire dalle prigioni. Alla fine per salvare Sitia e Ixia la poveretta dovrà risucchiare la magia dai distorsori e anche da lei stessa, con la conseguenza della perdita dei suoi poteri, ma in cambio avrà un altro dono... (chi ha conosciuto Valek, posso dire che ha in comune con lui questa capacità... ^_^)

Nel terzo la protagonista andrà alla ricerca del suo sangue in più nel disperato tentativo di riappropriarsi della sua magia. Verrà aiutata da Valek oltre che da Janco, Ari e due nuovi personaggi, Nic e Eve che l'hanno aiutata anche nelle precedenti missioni. Torneranno vecchi luoghi e aiuti da persone inaspettate.
Ho omesso molte cose altrimenti vi avrei rovinati il gusto se qualcuno lo stesse leggendo o in futuro ha intenzione di farlo. 
Alla fine Opale riesce a far chiarezza nei suoi sentimenti e sceglierà quello che a me piaceva di più *_* e ci sarà una sorpresina riguardante i due bambini orfani che lei troverà. Per ora i problemi riguardanti, distorsori, trafficanti di diamanti neri, perle e compagnia bella è passato e lei ha imparato ad apprezzare le doti che ha alla fine di questa avventura a lieto fine!

Consiglio a chi ama il genere questa saga perchè non è noiosa, prolissa, i cambiamenti sono graduali e non come di solito dalla mattina alla sera, le vicende seguono un loro filo logico con c'è niente di troppo affrettato o troppo allungato e tutto nella giusta dose. Se riuscite a reperirla su qualche sito di libri usati fatelo perchè ne vale la pena al 100%.



Voto: 5/5



Frasi dai libri


-Kade rimase un momento in silenzio. <<Questa è un'analogia da vetraio.>> Gemetti, ma lui mi ignorò. << La vita è come vetro fuso. Scorre, è flessibile, può essere modellata e... cosa dici tu? Ah, si. Ha un grande potenziale. Al momento hai una quantità di incognite nella miscela. Ma ci saranno sempre, in una forma o nell'altra. Sempre. Diversamente dal vetro fuso, la vita non può essere rimaneggiata o congelata in un bel vaso e posata su uno scaffale a raccogliere polvere.>>  

-Lui scosse il capo. <<Ogni speranza era svanita, fino a quando non prendesti in mano il globo di Kaya. Allora ti trasformasti davanti ai miei occhi. Quando hai del vetro in mano, sei sicura e potente. Capii allora che avresti risolto i nostri problemi.>>
<<Fu quando... lasciami vedere se ricordo bene... quando arrivai nella tua vita come uno sgradito acquazzone estivo?>> domandai.

-Non importava che lei mi avesse perdonato, ero io che dovevo perdonare me stessa. Avevo bisogno di sapere che ci sarebbero stati momenti terribili, ma che avrei potuto compensarli o perfino far pendere il piatto della bilancia dalla parte opposta  con le mie azioni.
Era tutta questione di  avere fiducia.. .di essere un pezzo di vetro in mare. Alte e basse maree, tempeste, sabbia ed errori, tutto contribuiva a lustrare la superficie, trasformando le persone in esseri migliori. Chi imparava dall'ambiente ostile, sapeva bene che la tempesta sarebbe finita, e confidava che allora sarebbe stato ancora tutto intero.

-Discutemmo di strategie e tattiche finchè non mi bruciava la gola. Poi lui mi portò per le strade dove imparai il linguaggio della menzogna: la lieve occhiata verso il basso, la mano che batteva nervosa contro la cintura. Linguaggio del corpo, lapsus verbali, e indizi... mi sforzavo di non ridere quando le bugie erano così ovvie. Tutto ciò che imparai a individuare, imparai a nascondere.

-<<Avidità e stupidità sono nostre alleate>> disse Nic. <<E' sorprendente quanto possano essere creativi e fantasiosi i criminali, m alla fine avidità, pura stupidità o entrambe, li portano dentro.>>

-Puntai la lente su una lanterna e sbirciai attraverso il tubo. <<Incredibile. Grazie.>> Abbassai il cannocchiale. <<Questi li dai a tutti i tuoi agenti?>>
<<No. Ogni persona è unica. Mi diverte trovare qualcosa che si accordi alla personalità di ciascuno.>>
<<E in che modo un cannocchiale si adatta a me?>>
<<Tu stai vivendo nel presente. Ti ricorda che puoi vedere il futuro, se solo punti la lente nella giusta direzione.>>

-Fisk aveva parlato di quel mondo come opposto al mio. Concordavo. Il mio non includeva sporcizia e pagliericci puzzolenti. Non aveva bambini senza casa nè genitori amorevoli. Contemplava calore, cibo e affetto. Ma i nostri mondi avevano una cosa in comune: le persone cattive.

-<<Tu sei tutta energia ed eccitazione e poi esplodi. Stare con te è come stare sulla costa, a danzare nelle tempeste. Attività senza respiro, seguita dalla calma. Questo l'ho già con il mio lavoro.>> Mi scostò i capelli dagli occhi. <<Dopo che avevi sacrificato la tua magia, pensavo che ti saresti accontentata di restare fuori dagli affari di Sitia e stare con me, ma sei scappata via, balzando di nuovo al centro dell'uragano. Io non ho energie sufficiente per affrontare tempeste su due fronti. Ho bisogno di qualcuno di più stabile.>>

-<<Kade mi ha chiesto di essere la voce della ragione quando ti lanci nel pericolo. Nota che ha usato la parola quando.>>

-Dopo che ci eravamo scambiati i voti, gli avevo dato il mio dono di nozze: una sciabola dalla semplice elsa di cuoio con dei simboli da battaglia ixiani incisi sulla lama. I simboli ripetevano i voti che avevamo appena pronunciato. Offro il mio cuore, impegno la mia anima, e dono la mia vita a te. Erano gli stessi incisi sul mio coltello a serramanico.

2 commenti:

radiolinablu ha detto...

Sono contenta che questa serie sia piaciuta ^_^

Lady Debora ha detto...

Tu l'hai letta?? Io non vedo l'ora che esca qualche suo nuovo libro... ^_^